Report risponde alle polemiche: "I vaccini non in discussione"

In due interviste Ranucci difende il punto di vista di Report. "Vogliamo parlare anche delle controindicazioni dei vaccini?"

Report risponde alle polemiche: "I vaccini non in discussione"

Arrivano dalle pagine di Repubblica e Corriere della Sera le parole di Report, che in due interviste - tramite il conduttore Sigfrido Ranucci - si difende dalle accuse piovute sulla trasmissione dopo l'ultima puntata dedicata ai vaccini.

"Nessuno mette in discussione l'utilità dei vaccini - dice Ranucci -. Io ho fatto vaccinare mia figlia. Ma vogliamo parlare anche delle controindicazioni?".

Il conduttore e autore del programma sostiene che Report ha provato a contattare tanto un medico che si batte per i vaccini, Roberto Burioni, quanto l'Aifa, l'Istituto superiore di Sanità e il ministero della Salute, senza però ottenere nessuna risposta da parte loro. Diversamente ha fatto l'Ema, l'agenzia europea del farmaco.

"Nessuno ha mai messo in discussione l'utilità dei vaccini", aggiunge poi Ranucci, spiegando che chi sostiene questa posizione "non ha visto la trasmissione", ma aggiungendo la necessità - a suo parere - di parlare anche delle "reazioni di chi si è vaccinato ed è rimasto inchiodato sula poltrona".

Di grave disinformazione ha parlato ieri anche il ministro per la Salute, Beatrice Lorenzin. E ora, dicono voci che arrivano dalla stampa, a viale Mazzini hanno avviato un'inchiesta interna. Con il rischio che per Report possano arrivare delle snazioni, se non la chiusura temporanea.

Commenti