Retroscena su Repubblica: lascerà anche Scalfari?

Acque agitate a Repubblica dopo l'addio di Ezio Mauro e l'arrivo, da gennaio, di Mario Calabresi

Retroscena su Repubblica: lascerà anche Scalfari?

Acque agitate a Repubblica dopo l'addio di Ezio Mauro e l'arrivo, da gennaio, di Mario Calabresi. A ruota ha anche annunciato il suo addio Adriano Sofri. Ma a quanto pare all'orizzonte potrebbe esserci un altro, clamoroso, addio: quello di Eugenio Scalfari. A parlare dell'addio del fondatore è il Foglio. Secondo alcune indiscrezioni riportate dal quotidiano diretto da Claudio Cerasa, Scalfari, subito dopo aver appreso dell'arrivo di Calabresi averbbe detto: "Dal 17 gennaio prossimo non scriverò più su Repubblica".
Scrive "Il Foglio" che Scalfari non avrebbe mai perdonato quel suo essere "dentro, ma anche fuori" il fronte che per anni si è opposto al leader di Forza Italia.

"Dentro" perchè comunque da Repubblica era partita la carriera nei grandi giornali del figlio del commissario ucciso negli anni '70 da Lotta Continua. Ma anche "fuori", per quei rapporti, scrive "Il Foglio", comunque cordiali con il Cavaliere: "Anche negli anni di più acceso conflitto tra la sinistra e Silvio Berlusconi Calabresi ha sempre e malgrado tutto mantenuto un rapporto di stima personale più volte ravvivato da telefonate cordiali, incontri, colloqui persino affettuosi, con il Cavaliere che gli confessava: “Ma lo sa che io conoscevo il suo papà?". Insomma per Scalfari, Calabresi avrebbe la colpa di non essere stato un antiberlusconiano militante. Davvero troppo per Barbapapà.

Commenti