Rigopiano, la telefonata choc tra la Prefettura e il ristoratore

Un ristoratore dà l'allarme, ma una funzionaria della Prefettura non gli crede

Sono passati due mesi dalla tragedia della valanga che travolse l'Hotel Rigopiano causando la morte di 29 persone. Undici quelle sopravvissute e fra queste anche quattro bambini. Una tragedia che sconvolse il mondo intero procurando dolore e sconforto e che tenne l'opinione pubblica con il fiato sospeso fino all'ultimo nella speranza di poter recuperare le persone in vita. Oggi a distanza di due mesi esatti si svolgerà a Farindola (Pe) la manifestazione "Il muro di neve, il fuoco del nostro amore". Una fiaccolata a cui parteciperanno anche i familiari delle vittime.

E oggi emerge l'audio integrale della telefonata avvenuta alle 18.03 tra Quintino Marcella, il ristoratore di Silvi Marina che ricevette l'allarme dal suo cuoco superstite Giampiero Parete, e la funzionaria della Prefettura che lavorava all'Unità di Crisi. Una telefonata surreale. Infatti, dopo tre interminabili minuti di attesa e passaggi telefonici con diversi operatori, Marcella ripete più volte di aver ricevuto un messaggio tramite Whatsapp dal cuoco che gli diceva che l'albergo era crollato e la neve impediva di muoversi, ma niente. Quintino Marcella non viene creduto, sebbene insista più volte. La funzionaria lo rassicura, dicendogli che due ora prima il 118 aveva parlato col direttore dell'hotel e che era tutto a posto. Insomma, per la funzionaria si tratta di uno scherzo e a un certo punto esclama: "La mamma degli imbecilli è sempre incinta".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Anonimo (non verificato)

sibermassai

Sab, 18/03/2017 - 13:23

Al cittadino che disperato chiama al telefono vengono chieste per quattro volte le generalità, e ogni volta deve ripartire da capo con il racconto, chi risponde invece, olte ad avere un tono inisponente, neppure dice nome e cognome, come invece dovrebbe.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Sab, 18/03/2017 - 13:30

E' verissimo: - La mamma degli imbecilli è sempre incinta, come la mamma della funzionaria.

frabelli1

Sab, 18/03/2017 - 13:36

A questo punto questa "funzionaria" magari messa lì da qualche politico, cosa faranno? A rimuoveranno, trasferita e... promossa. Normalmente dovrebbe essere "rimossa" licenziata, e rispondere delle sue decisioni. Così come tutti quelli dei centralini.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 18/03/2017 - 14:06

è possibile licenziare questa cretina?

Ritratto di malatesta

malatesta

Sab, 18/03/2017 - 14:45

E' gia' bello superare il rischio che la segreteria telefonica non enunci all'inizio della telefonata la "pappardella" sulla legge della privacy della durata di circa un minuto , seguita poi dalla elencazione delle opzioni di scelta ...altra burocrazia inutile..se poi ti trovi una persona arrogante e maleducata ti cadono le braccia e rinunci per disperazione. probabilmente questa era proprio la mamma...

tormalinaner

Sab, 18/03/2017 - 14:50

La signora naturalmente è ancora al suo posto invece di andare a pulire i wc, il vero posto che gli compete, con imbecilli del genere i morti aumentano perchè due ore sono tante.

Fjr

Sab, 18/03/2017 - 14:50

Sembra destino ,per ogni tragedia italiana esiste uno Schettino ,nel caso del Rigopiano è mancato un De Falco che dicesse alla funzionaria di alzare il culo e sincerarsi di persona della situazione,ma lei dice di avere la coscienza a posto,io rispondo ,quando un funzionario non funziona va cacciato a calci nelle terga,proprio per via del precedente,forse così in un'altra situazione di emergenza ci sara' qualcuno di intelligente e preparato a gestire l'emergenza

manfredog

Sab, 18/03/2017 - 15:03

..be', in fondo è stata intellettualmente onesta; infatti si è classificata da sola, senza bisogno di telefonate..'prefittizie'..!! mg.

Fjr

Sab, 18/03/2017 - 15:04

Comunque quella telefonata è una vergogna solo per tutte le volte che è stata rimbalzata, andrebbero buttati tutti al macero,ma ti sembra che uno che ti dice per certo che sa di una disgrazia accaduta al suo albergo ,peraltro comunicata da un'uomo di fiducia,racconti delle barzellette? Ma cristo ascoltalo e usa il cervello intervieni FA QUALCOSA!!!!!!!!!!!!!

liberale32

Sab, 18/03/2017 - 15:14

no comment come se non bastassero due ore per un crollo ....deve essere incriminata per omesso allarme e omissione di atti di ufficio !

audace

Sab, 18/03/2017 - 15:19

La funzionariA era troppo impegnata a chattare e a smaltarsi le unghie. Non poteva essere disturbata. Perdindirindina.

cgf

Sab, 18/03/2017 - 15:29

QUELLA funzionaria ha ragione "La mamma degli imbecilli è sempre incinta" infatti [pare] che le catastrofi ci siano solo ad orari fissi, se 2 ore prima c'era nulla perché mai sul far della sera...

Happy1937

Sab, 18/03/2017 - 16:29

E' vero che la mamma degli imbecilli e' sempre incinta. La funzionaria della Prefettura ne e' il piu' fulgido esempio. Dovrebbero essere pesantemente sanzionati oltre a lei i suoi Superiori che le hanno affidato un compito eccessivo rispetto alle sue facolta' mentali.

Gasparesesto

Sab, 18/03/2017 - 16:54

Licenziate la Cristina Tedeschini cui sembra le importi solo l'aver segretato il nome della funzionaria della Prefettura che ha rigettato l'allarme dicendo che La mamma degli imbecilli è sempre incinta". E, non si capisce ancora cosa aspetta ad emanare qualche avviso di garanzia e una svolta nelle indagini .

Giorgio Colomba

Sab, 18/03/2017 - 16:55

Questa telefonata è il paradigma dell'inefficienza, protervia, menefreghismo e certezza di impunità/impunibilità di cui in questo paese da operetta (e da tragedia) sono troppe volte intrisi i funzionari cosiddetti pubblici. Privilegiati fuori dal tempo che della relativa "ragione sociale" mantengono solo le prebende mentre non recano traccia dello spirito di servizio. Il perfetto bacino elettorale della sinistra.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 18/03/2017 - 18:11

Perché pensare male? Marcella parlava di sua madre....

beppechi

Sab, 18/03/2017 - 19:02

e sembra che alcuni dei suoi figli siano al 118

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Sab, 18/03/2017 - 20:09

^°@°^ Questo è il tipico atteggiamento standard di questi funzionarietti che si sentono infallibili sempre pronti a fare i super uomini/donne con la gente comune e mettersi a 90° alla velocità della luce, appena chiama un superiore con un'apoteosi di si dottore qui, si dottore là ,si dottore su, di dottore giù•

Trinky

Sab, 18/03/2017 - 20:09

Non possono fare niente a quella che ha ricevuto la telefonata e ci ha riso su: è stata messa lì perchè tesserata PD......

Ritratto di ItalianoinCanada

ItalianoinCanada

Dom, 19/03/2017 - 01:35

Punizione esemplare per questa CRETINA ! Licenziamento in tronco e incriminazione.

lento

Dom, 19/03/2017 - 07:53

Quando si chiede soccorso gli operatori fanno troppe domande un perditempo mortale per le vittime di incidenti ! Con il numero telefonico rintracciabile,chi si permetterebbe di fare scherzi? Alla chiamata va chiesto solo il luogo dell'incidente e via di corsa con l'ambulanza !Il caso vannini:Se l'operatore avesse avuto intelligenza normale avrebbe inviata un autoambulanza a casa, il giovane Vannini si sarebbe salvato al 100x100.

Martinico

Dom, 19/03/2017 - 08:21

Signori il rimedio sarebbe così vicino, eppure così lontano. Meritocrazia. Parola sconosciuta in molti luoghi di lavoro in Itala e completamente sconosciuta nella pubblica amministrazione dove non sei pagato per pensare.