Atti osceni in spiaggia davanti alle donne. E il romeno filma tutto

Dopo avere fissato con insistenza le due turiste, lo straniero si è seduto vicino a loro ed ha cominciato a masturbarsi, riprendendo se stesso e le donne con il proprio smartphone. Arrestato per atti osceni in luogo pubblico

È finito in manette durante il pomeriggio di sabato scorso un cittadino straniero colto sul fatto mentre compiva atti di autoerotismo su una spiaggia di Rimini, molestando due turiste italiane. L'episodio intorno alle 14:00 sul litornale riminese di Miramare, nei pressi di viale Principe di Piemonte. Qui donne sono state avvicinate dal soggetto che, dopo averle a lungo fissate, si è seduto su un pedalò per dare inizio al suo squallido spettacolo.

Riprendendo la scena e gli sguardi attoniti delle due con il proprio cellulare, lo straniero si è denudato ed ha cominciato a masturbarsi con la mano libera, incurante delle grida di protesta delle turiste. Dal momento che l'uomo non accennava ad andarsene, una delle vittime ha contattato telefonicamente le forze dell'ordine locali per richiedere il loro tempestivo intervento.

Sul posto gli agenti della questura di Rimini, che hanno trovato lo straniero ancora intento a compiere autoerotismo. Invitato a rivestirsi, il soggetto è stato arrestato per atti osceni in luogo pubblico e condotto in centrale per le pratiche di identificazione.

Si tratta di M.P., un camionista romeno di 53 anni, ora in attesa di giudizio.