Riti juju e intimidazioni per far prostituire le ragazze

La polizia ha arrestato 9 nigeriani, accusati di traffico di esseri umani. Costringevano le ragazze a prostituirsi

Riti juju e intimidazioni per far prostituire le ragazze

Intimidazioni e violenze usate per convincere le ragazze a prostituirsi e ottenere da loro la più completa obbedienza. Operavano così i nigeriani arrestati questa mattina dalla polizia di Parma.

Grazie all'operazione "Hope and Destiny", in corso oggi dalle prime luci dell'alba, in nove sono finiti in manette, con l'accusa di far parte di due distinte associazioni a delinquere, tra Parma e Bologna, finalizzate al traffico di essere umani, provenienti dalla Nigeria.

Le indagini, partite nel 2016, hanno permesso di portare alla luce una struttura organizzativa che costringeva le ragazze a prostituirsi. Per convincerle, i nigeriani arrestati le sottoponevano a rituali juju, la stregoneria praticata in alcune parti dell'Africa, per la quale si usano amulet e incantesimi, e le obbligavano a prestare un giuramento di obbedienza nei confronti della propria madama, che le sfruttava e le obbligava a lavorare sulla strada. Intimidazioni e minacce erano all'ordine del giorno.

I poliziotti della squadra mobile

di Parma, aiutati da quelli di Bologna, Reggio Emilia e Verona hanno eseguito diversi provveddimenti di custodia cautelare in carcere verso i nigeriani coinvolti nel giro e hanno portato a termine numerose perquisizioni.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica