Rom sfruttava minorenni per chiedere elemosina: arrestata

Una donna romena, di 35 anni, è stata tratta in arresto dalla polizia di Trieste. Doveva scontare una pena di un anno e quattro mesi per sfruttamento di minori

Rom sfruttava minorenni per  chiedere elemosina: arrestata

Rom sfruttava minorenni per chiedere l'elemosina. Fermata a Trieste dalla polizia, è stata tratta in arresto e condotta presso la casa circondariale locale.

Così, una donna di nazionalità romena, 39 anni, era solita profittarsi di alcuni minori per chiedere l'elemosina. Un vera e propria attività di speculazione contraria tanto alla normativa legislativa quanto alla buona norma etica e morale.

La rom è stata intercettata all'ex valico di frontiera Fernetti, in provincia di Trieste, dalla polizia nel tardo pomeriggio di ieri. Stando a quanto riferisce una nota ufficiale relativa all'increscioso episodio, la donna viaggiava a bordo di un furgone in compania di un connazionale. I due sono stati fermati e identificati dagli agenti della Volante del Commisariato di Duino Aurisina.

Da una serie di accertamenti e verfiche peculiari, è emerso che la romena era destinataria di un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Napoli Nord per l'impiego di minorenni nell'accattonaggio. Per questo reato, le era stata inflitta una pena di un anno e quatto mesi. L'uomo, 35 anni, anch'egli di nazionalità rumena, doveva espiare, invece, una pena di due mesi a seguito di ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Campobasso per la violazione delle misure di prevenzione nei confronti di persone pericolose per la sicurezza e per la pubblica moralità. Tratti in arresto, i due sono stati condotti presso la casa circondariale di Trieste.