Auto pirata a Roma, catturato uno dei due minorenni rom ricercati

Si trovava a bordo dell'auto che ieri non si è fermata all'alt e ha travolto i passanti, uccidendo una donna

Auto pirata a Roma, catturato uno dei due minorenni rom ricercati

È stato catturato uno dei due rom ricercati dopo il tragico incidente avvenuto ieri sera a Primavalle, costato la vita a una donna e il ferimento di otto persone. Essendo minorenne il suo nome è già stato segnalato alla Procura della Repubblica dei minori. Il rom in questione è stato denunciato per concorso in omicidio volontario, imputazione identica a quella contestata alla ragazza di 17 anni fermata ieri sera dopo il tragico incidente. Per quanto riguarda la terza persona che era sulla macchina, sono ancora in corso le ricerche e finora non si è ancora accertato se si tratti di un maggiorenne o di un minorenne. Gli uomini della squadra mobile della polizia avevano messo al setaccio i campi rom, in primis quelli di Monachina e Cesare Lombroso, i più vicini al luogo del delitto. Due erano le persone ricercate, viste allontanarsi a piedi al termine dell’inseguimento. Da mercoledì sera è stata rafforzata la vigilanza delle forze dell'ordine nei campi nomadi di Roma. Con un clima già molto teso si vuole evitare che dalle minacce, comparse anche sui social network, qualcuno pensi di mettere in atto una vendetta privata contro i rom.

La tragedia

Il gruppetto di persone stava aspettando l’autobus a una fermata alla periferia di Roma quando una Lancia Lybra che procedeva a velocità folle li ha falciati, uccidendo sul colpo una donna filippina di 44 anni. A terra sono rimaste altre quattro persone, tra urla e sangue sull’asfalto. La macchina pirata, inseguita da una volante della polizia che le aveva intimato l’alt poco prima, ha proseguito la corsa raggiungendo i 120-130 km/h in strade molto trafficate e investito altre due donne in motorino e un’altra a piedi. I tre a bordo hanno poi abbandonato l’auto e due di loro sono fuggiti a piedi, con gli agenti alle calcagna. Una ragazza di 17 anni è stata bloccata. Si tratterebbe, a quanto pare, di nomadi del campo della Monachina. Questo ha scatenato un'aspra polemica politica e durissime accuse sui social. La procura di Roma procede per omicidio volontario, reato che sarà contestato al conducente della macchina.

"Una scena apocalittica", ha raccontato un testimone. "Puntavano sulla folla" racconta un altro al Messaggero. La Lancia verso le ore 20 viaggiava a forte velocità su via di Boccea facendo zig zag tra le altre automobili. Una pattuglia ha intimato l’alt, ma il conducente invece di rallentare ha accelerato ancora nel tentativo di fuggire. Arrivato all’altezza della stazione metro Battistini della linea A - secondo la prima ricostruzione -, ha investito un gruppo di persone e proseguito ancora la corsa. L’inseguimento è durato alcuni chilometri - mentre la gente accorreva a soccorrere i feriti e chiamare il 118 - finché i tre non si sono fermati all’altezza di via di Montespaccato e scesi dalla macchina sono fuggiti. Inseguiti dai poliziotti, due dei tre occupanti sono riusciti a dileguarsi, mentre la ragazza è stata bloccata. In via di Montespaccato l’auto ha investito altre due donne a bordo di uno scooter e un’altra a piedi. "Ho sentito le sirene della polizia e poi un gran botto - dice Franco Palozzi, che abita davanti alla fermata metro -. Mi sono affacciato alla finestra e c’erano delle persone per terra, ferite. Una donna che non si muoveva, la testa fracassata". "C’era sangue ovunque", ha riferito un commerciante di via Battistini, una zona molto popolosa e con tantissimi negozi.

La famiglia chiede scusa

"Vogliamo chiedere scusa alla famiglia della vittima dell’incidente e a tutti i feriti. Se potessimo incontrare quelle persone, chiederemmo loro perdono". Lo hanno detto i familiari del ragazzo ricercato per l’incidente di ieri sera a Roma costato la vita a una donna filippina di 44 anni e che ha causato il ferimento di 8 persone.

La polemica politica

Immediata la polemica politica, con l’opposizione in Campidoglio che dice "basta al buonismo di Marino con i Rom" e la leader di Fdi-An Giorgia Meloni che afferma: "Di fronte a delinquenti senza legge che rubano e uccidono il buonismo è complicità". Su Facebook e Twitter si scatenato i commenti rabbiosi degli utenti, tra un "cacciamoli tutti!" e un "i Rom devono morire".

"Tre rom sono scappati all’alt della Polizia" e "hanno ammazzato una donna, otto i feriti - scrive su facebook Matteo Salvini, leader della Lega -. Pare che l’auto sia intestata a un Rom, che ne ha altre 24. Una preghiera. Per il resto... ruspa!!!!! Quando
torneremo al governo, raderemo al suolo uno per uno tutti ’sti maledetti campi Rom, partendo da quelli abusivi".

Commenti