Roma, litiga con la vicina e le lancia una molotov

L'uomo ha sfiorato la bimba della donna ed è stato arrestato dai carabinieri per stalking

Roma, litiga con la vicina e le lancia una molotov

Litiga con la vicina di casa, la minaccia di morte e le lancia una molotov accesa. È successo ieri sera a Ostia, dove un 36enne con precedenti per stalking nei confronti proprio della vicina di casa, è stato arrestato per stalking.

L'uomo ha infatti minacciato di morte la 26enne di nazionalità romena. Poi le ha lanciato contro una tanica contenente liquido infiammabile, accesa con uno stoppino, mentre lei era nel suo giardino con la figlia di soli 3 anni, colpita di striscio dalla molotov e che fortunatamente ha riportato solo qualche capello bruciato. Quando sono arrivati i carabinieri la donna stava cercando di spegnere le fiamme con l'aiuto di altri vicini.

I militari hanno poi bloccato l'uomo poco lontano a bordo della sua auto. Aveva con se un'altra tanica da 25 litri - sulla quale aveva già praticato un foto per apporvi uno stoppino - e un coltello. La donna ha invece raccontato di continue e immotivate ingiurie, minacce, vessazioni che l'avevano portata, in molte circostanze, a evitare di uscire di casa o far uscire i suoi bambini, anche solo per andare a scuola, proprio per timore di più gravi gesti dell'uomo.

Commenti