Roma, ultrà romanista rapina due ragazzi: arrestato

Un ultrà della Roma è finito nei guai dopo aver rapinato due ragazzini in piena notte nel quartiere Prati dopo averli costretti ad andare al bancomat a prelevare i soldi

Roma, ultrà romanista rapina due ragazzi: arrestato

Una rapina avvenuta nel quartiere romano di Prati dove un ultrà della Roma ha costretto due ragazzini ad andare al bancomat e si è fatto consegnare quanto prelevato

Michele Gerard Thomas ha adescato prima un ragazzino e successivamente ha utilizzato quest'ultimo per attirarne un altro, entrambi sono stati minacciati dall'ultrà e sono stati costretti ad andare nel più vicino bancomat per effettuare un prelievo e consegnare i soldi. Il ragazzo ha sequestrato i due per oltre due ore, facendoli girovagare durante la notte e minacciandoli con frasi tipo:"Se chiamate le guardie vi ammazzo. E poi sono vicino ai Casamonica" riferise Il Messaggero. Neanche l'intervento di due ragazze di diciassette anni ha fatto desistere l'ultrà che ha comunque compiuto la rapina. Anzi, avrebbe minacciato chiunque abbia provato a fermarlo con le classiche frasi di rito e millantando una sua appartenenza al clan dei Casamonica.

È stato possibile identificarlo grazie alle telecamere della banca che lo hanno inquadrato e in pochissime ore è stato arrestato dagli uomini della polizia. Il pm aveva richiesto la custodia cautelare in carcere ma il gip Tamara De Amicis ha optato per gli arresti domiciliari giustificandoli dal fatto che l'arrestato non avesse precedenti alle spalle e soprattutto grazie all'estrema collaborazione che lo stesso ha dimostrato una volta che è stato braccato dagli uomini del commissariato. Ha anche accompagnato gli agenti nel Compro Oro dove aveva rivenduto le catenine sottratte ai ragazzi incassando, oltre ai prelievi, 400 euro contanti per aver rivenduto la merce rubata. Lo stesso ha inoltre dimostrato di essersi pentito commentando l'accaduto con un secco:"Ho fatto una cavolata". I ragazzi stanno bene, stando a quanto appreso non hanno subito violenze ma soltanto minacce verbali e qualche strattonata.

Commenti