Rovigo, pakistani pestano a sangue maliano e bloccano il traffico

Dopo il litigio all'interno dell'appartamento dove erano ospitati, gli stranieri hanno proseguito lo scontro in strada, invadendo anche la carreggiata. Scene di incredibile violenza sotto gli occhi dei passanti e degli automobilisti, costretti a fermarsi

Momenti di paura martedì scorso a Rovigo, dove ha avuto luogo una furiosa rissa fra cittadini stranieri, i quali si sono affrontati con estrema violenza in mezzo alla strada, incuranti delle auto e dei passanti che assistevano allibiti alla scena. Ad avere la peggio un maliano, pestato a sangue da tre pakistani.

I fatti, secondo quanto riferito dalla stampa locale che ha riportato la notizia, si sono verificati in due momenti distinti ma sempre durante la giornata dello scorso martedì 4 febbraio. A dare inizio al primo violento scontro, un acceso diverbio avvenuto di mattina fra il maliano ed uno dei pakistani, ospitati nello stesso appartamento gestito da un centro d'accoglienza. I due rifugiati hanno cominciato a discutere in cucina, fino ad arrivare ad una colluttazione, nel corso della quale sono stati lanciati dei piatti ed il pakistano, armatosi di coltello, avrebbe anche minacciato l'africano.

La situazione era poi ritornata alla calma soltanto grazie al provvidenziale intervento dei responsabili della struttura, riusciti a fatica a sedare gli animi. Poche ore dopo, nel tardo pomeriggio, la lite si è tuttavia nuovamente accesa.

Tre pakistani, fra i quali si trovava il rivale del maliano, hanno infatti incontrato l'africano in zona viale Vittorio Veneto, nei pressi del centro di Rovigo, e sono immediatamente ritornati all'attacco. Incuranti del fatto di trovarsi in mezzo ad altre persone ed a poca distanza dalle scuole, i tre stranieri hanno dunque ripreso lo scontro.

Dopo gli insulti e le minacce, l'aggressione fisica vera e propria, con calci e pugni. Ormai fuori controllo, gli extracomunitari hanno invaso addirittura la carreggiata, bloccando di fatto il traffico e causando non pochi disagi alla circolazione.

Trovatosi in netta inferiorità numerica, il maliano ha avuto la peggio, ed è stato letteralmente pestato a sangue. I pakistani lo hanno preso a pugni, poi gettato a terra e tempestato di calci, infine denudato e colpito direttamente sui testicoli. Uno degli aggressori gli ha inoltre strappato le scarpe, lanciate in mezzo alla strada insieme alla sua bicicletta.

Scene di una violenza incredibile alla quale passanti e conducenti fermi in auto hanno dovuto assistere per oltre 20 minuti.

Qualcuno ha ovviamente provveduto a contattare le forze dell'ordine, e sul posto si sono precipitati gli agenti della squadra volanti della questura di Rovigo. All'arrivo dei poliziotti, i pakistani hanno immediatamente interrotto il pestaggio per darsi alla fuga: uno di questi è stato subito rincorso e catturato, mentre un altro è stato rintracciato dopo breve tempo. All'appello manca il terzo elemento del gruppo, non ancora identificato. Gli inquirenti possono solo basarsi sulle dichiarazioni del maliano, che ha riferito di essere stato attaccato da tre uomini.

Con evidenti ferite, la vittima è stata subito accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale locale, dove ha ricevuto le cure del caso.

Il primo pakistano fermato, è stato dichiarato in arresto ed ora è in attesa del giudizio direttissimo, mentre il secondo ha ricevuto una denuncia a piede libero.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.