Ryanair, cambiano le modalità di rimborso

A causa dell'ingente numero di richieste di rimborso inoltrate dai clienti rimasti a terra a causa dell'emergenza Coronavirus, la compagnia irlandese si è vista costretta ad apportare dei cambiamenti: voucher della durata di 12 mesi, solo dopo la restituzione del denaro

Ryanair, cambiano le modalità di rimborso

Niente rimborsi immediati da parte di Ryanair che, viste le richieste di restituzione di denaro inoltrate dai numerosi clienti rimasti a terra a causa dell'emergenza Coronavirus, si è vista costretta ad apportare delle modifiche per quanto riguarda la propria policy.

Tutti coloro che avevano prenotato un volo aereo e non hanno potuto viaggiare per via delle restrizioni emanate dai vari governi per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19, dunque, dovranno purtroppo attendere prima di riavere indietro i propri soldi. Secondo quanto riferito dalla compagnia aerea al “Mirror”, le richieste di rimborso erano divenute ormai troppe, tanto da rendere impossibile accontentare tutti i clienti. Da qui la decisione, presa in queste ultime settimane, di modificare la politica di rimborso.

A tutti coloro che avevano acquistato dei voli è stata quindi inviata una e-mail contenente un voucher della validità di 12 mesi. Solo al termine di questo periodo, e se il buono non dovesse esser stato utilizzato, sarebbe possibile riavere indietro i soldi spesi per prenotare il volo: la compagnia irlandese, insomma, ha deciso di prendersi un anno di tempo per poter riconsegnare il denaro.

Una scelta obbligata, se si considera l'ingente numero di richieste di rimborso arrivate alla sede di Dublino, ma che ha naturalmente scatenato le comprensibili proteste dei clienti, che rivogliono indietro quanto speso.“Ora devi aspettare un anno prima di ottenere un rimborso, se non usi il voucher. Nell'email c'è anche un link, che ti guida in una copia piena di errori. Io rivoglio i miei soldi adesso!”, ha scritto su Twitter un utente inferocito.

Ryanair non è l'unica a proporre i voucher, molte altre compagnie aeree stanno tentando questa carta, per evitare di sborsare cifre abnormi. Da qui l'urgente richiesta alla Commissione europea di apportare degli emendamenti sul regolamento europeo dei diritti dei viaggiatori per consentire alle compagnie aeree di rilasciare dei voucher per il rimborso invece di denaro.

Per qualsiasi volo cancellato, Ryanair offre ai clienti tutte le opzioni previste dalla normativa UE, compresi spostamenti e rimborsi gratuiti sotto forma di contanti o buoni”, ha spiegato un portavoce della compagnia irlandese. “Il tempo di elaborazione per i rimborsi in contanti sta impiegando più tempo a causa del fatto che dobbiamo elaborare 10.000 volte il normale volume di annullamenti e disporre di meno personale disponibile a causa delle misure di allontanamento sociale. Ryanair offre buoni e spostamenti gratuiti poiché questi sono automatizzati e offrirebbero ai clienti un'alternativa”, ha aggiunto. “I clienti che scelgono un buono ma non lo riscattano entro 12 mesi possono comunque richiedere e ottenere un rimborso dopo questo periodo. Ciò include anche il rimborso parziale, poiché la parte del voucher non utilizzata verrà rimborsata. I clienti che scelgono di non accettare saranno rimborsati a tempo debito, una volta superata questa crisi senza precedenti. Ci scusiamo per gli eventuali disagi che ciò può causare e ringraziamo i nostri clienti per essere stati con noi”, ha concluso.