Salerno: insulti social ai vigili, gli agenti vanno in Procura

Internauti finiscono nei guai dopo aver postato alcuni commenti ritenuti offensivi su un articolo riguardante la polizia municipale di Salerno

Insulti social contro i vigili, a Salerno la polizia municipale porta tutti in tribunale. La decisione è arrivata nei giorni scorsi da parte degli agenti della polizia municipale della città campana a cui non sono andati giù alcuni commenti, ritenuti diffamatori, apparsi online.

Tutto è partito da un post di un sito locale in cui veniva spiegato ed elogiato lo sforzo organizzativo dei vigili salernitani impegnati, il 12 maggio scorso, a garantire viabilità e sicurezza in città durante il passaggio della tappa del Giro d’Italia che, da Praia a Mare ha condotto la carovana rosa fin sul monte Partenio, al santuario di Montevergine di Avellino.

Alcuni internauti non hanno apprezzato e si sarebbero lasciati andare a commenti online e sui social che non sono stati per niente apprezzati dagli agenti e dai dirigenti della polizia locale salernitana che, così, ha deciso di depositare una denuncia formale alla Procura per l’ipotesi di reato di diffamazione.

Un episodio simile s'era verificato poco meno di un anno fa, ancora una volta nel Salernitano. Nel giugno dell'anno scorso, i vigili urbani di Battipaglia denunciarono una donna che, su Facebook, aveva rivolto "epiteti irripetibili" contro due vigilesse in servizio nella città salernitana.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Mer, 30/05/2018 - 14:42

Mi pare giusto le offese vanno perseguite ma altrettanto andrebbero perseguiti i dipendenti della P.A. quando "girano con occhi bendati" o "non girano prorpio". Mi riferisco a molte situazioni, in varie città, ben documentate da "Striscia la notizia" e che i Dirigenti responsabili pare ignorino.