Salerno, scoperta microdiscarica: scatta il sequestro

In azione i vigili urbani tra la città e il centro vicino di Pontecagnano Faiano. L'operazione dopo le segnalazioni dei cittadini

Una vera e propria microdiscarica al confine tra Salerno e la vicina città di Pontecagnano Faiano, scatta il blitz della polizia municipale.

I caschi bianchi salernitani, insieme ai colleghi del centro picentino, hanno confiscato un’intera area letteralmente invasa da ogni genere di immondizie in località Case Scavate Rosse. Sotto un ponte della zona, erano stati sversati rifiuti urbani in quantità considerevoli e molto materiale ingombrante, abbandonato alla men peggio nel terreno. Non sono stati rinvenuti, per fortuna, rifiuti classificabili tra quelli speciali o pericolosi. La polizia locale ha apposto i sigilli e avviato le operazioni per la bonifica e lo sgombero del materiale rivenuto all'interno della microdiscarica che si trovava in un terreno privato.

L’intervento è avvenuto grazie alle segnalazioni dei cittadini che, da tempo, avevano denunciato, anche sui social, lo stato di abbandono e degrado della zona. Sul temi ambientali la guardia rimane altissima. Solo pochi giorni fa, a pochi chilometri di distanza dal luogo della scoperta, a Battipaglia, l’incendio di un impianto di trattamento di pneumatici ha sprigionato una nube nera che ha inquietato i cittadini.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.