"Salvini da Battisti? Mitomane" Ma Lucarelli scorda Bonafede

A Ciampino per Battisti ci sono Salvini e Bonafede. Ma Selvaggia Lucarelli se la prende solo con il vicepremier leghista: "Da lui solo propaganda e mitomania"

"Salvini da Battisti? Mitomane" Ma Lucarelli scorda Bonafede

"L’accoglienza a un delinquente è solo propaganda e mitomania". Selvaggia Lucarelli critica duramente la scelta di Matteo Salvini di andare a Ciampino ad attendere l'arrivo di Cesare Battisti dalla Bolivia, dove è stato arrestato ieri durante la sua fuga dal Brasile.

"Non ho ben capito la presenza di Matteo Salvini a Ciampino per l’arrivo di Cesare Battisti", scrive la giornalista in un post su Facebook, "Di solito sotto la scaletta di un aereo si attendono salme di vittime o personalità a cui dare il benvenuto. L’accoglienza a un delinquente è solo propaganda e mitomania. È infilarsi con la testa che spunta, in una foto che non stanno scattando a te".

Un attacco diretto al vicepremier e ministro dell'Interno. Un attacco che non contempla neppure l'altro ministro - quello della Giustizia, Alfonso Bonafede -, che pure era a Ciampino all'atterraggio del volo con a bordo il terrorista per ribadire il ruolo del governo nel suo arresto. Ma la Lucarelli (che in passato non ha negato una certa simpatia per il Moviento 5 Stelle) se la prende soltanto con Salvini. Anche con un secondo post, in cui condivide la foto di un soldato boliviano presa da Wikipedia. "Il prossimo outfit di Matteo Salvini", scrive con un chiaro riferimento alla polemica sulle divise indossate in questi mesi dal ministro dell'Interno.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti