Sbarco di migranti a Pozzallo, presi i due scafisti

Niente cibo ai migranti e trattamento da veri carcerieri: colpisce la giovane età dei due scafisti arrestati dai poliziotti a Ragusa, uno di loro è anche minorenne

Niente mangiare durante le 60 ore di viaggio, solo un po’ di pane e formaggio prima della partenza da una spiaggia della cittadina libica di Garabulli: sono questi i racconti emersi dai migranti sbarcati venerdì a Pozzallo, dopo essere stati soccorsi dal rimorchiatore Asso25 a largo della Libia.

Le testimonianze in particolare sono raccolte dalla Squadra Mobile di Ragusa, che inizia gli interrogatori dei 62 migranti approdati venerdì per individuare gli scafisti. Una procedura collaudata e per la quale la questura e di Ragusa appare oramai ben attrezzata anche grazie ad un’esperienza di diversi anni.

Tra interpreti e psicologi, gli inquirenti provano sia a ricostruire la dinamica della traversata e sia, per l’appunto, a scovare gli scafisti. Sono gli stessi migranti ad indicare i responsabili di questo viaggio della speranza, dei veri e propri carcerieri per via delle condizioni fatte patire a chi si è imbarcato tre giorni fa dalla Libia.

Gli scafisti sono due e sono molto giovani: si tratta di un ragazzo di 21 anni ed un altro ancora minorenne, di appena 16 anni. Entrambi adesso risultano fermati: il maggiorenne, come riporta l’agenzia Italpress, si trova già da alcune ore all’interno del carcere di Ragusa, mentre lo scafista minorenne è a Catania a disposizione della Procura della Repubblica etnea presso il tribunale dei minorenni, all’interno di un centro d’accoglienza.

I 60 migranti soccorsi ed adesso in territorio italiano, dichiarano di aver pagato 1.500 Euro a testa per intraprendere la traversata. Le condizioni sono state proibitive sia durante l’attesa, che durante la traversata.

Come detto, i giovani scafisti carcerieri non distribuiscono cibo durante le 60 ore passate a bordo del barchino, sotto il cocente sole che in questi giorni scalda le acque del Mediterraneo. Prima ancora, in Libia le condizioni appaiono proibitive: molto probabilmente, il gruppo di migranti in questione si trova all’interno di uno dei centri sconosciuti (almeno sotto un profilo strettamente ufficiale) anche al governo libico e gestito dalle stesse organizzazioni criminali.

La località da cui parte il barcone, è quella di Garabulli: lo si evince anche dalla posizione in cui viene rintracciato il natante, a largo proprio della cittadina costiere ad est di Tripoli. Si tratta di una delle località che, specialmente dalla caduta di Gheddafi, rappresenta uno degli hub più importanti delle organizzazioni criminali che gestiscono il traffico di esseri umani.

Le partenze dalla Libia appaiono aumentate dallo scorso mese di maggio, a causa in primis dall’arrivo del bel tempo che facilita il compito agli scafisti. I numeri però, almeno per il momento, parlano pur sempre di una drastica diminuzione rispetto agli altri anni e sono ben lontani dai tempi delle emergenze.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Malacappa

Sab, 08/06/2019 - 14:14

Dovevano riportarli in libia

giovanitasca

Sab, 08/06/2019 - 14:21

E va be'. Poverini hanno agito per stato di necessità, non vorrete mica incriminarli. E poi il minorenne... poterbbero residuargli traumi psicologici. Quello che propongo che vengano rimpatriati in aereo (con i soldi degli italiani) pronti per il prossimo viaggio. Anche loro hanno famiglia!!. Povera ITALIA...

agosvac

Sab, 08/06/2019 - 14:23

Ma a qualcuno non viene in mente che questi scafisti non sono una vera organizzazione criminale bensì esponenti di chi li paga per svolgere un lavoro??? I criminali sono quelli che ci mettono un sacco di bei soldini per fare quello che fanno gli scafisti. I criminali veri sono molto al di sopra degli scafisti che sono solo loro dipendenti.

Ritratto di babbone

babbone

Sab, 08/06/2019 - 14:46

maaaaa, non lo hanno portato da casa, sicurante hanno il cellulare.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Sab, 08/06/2019 - 15:01

Partiti dalla LIBIA senza viveri e senza acqua, 6o ore sotto il sole INDAGARE LA SEA WATCH LA MARE IONIO E se volete metteteci pure SALVINI

ValdoValdese

Sab, 08/06/2019 - 15:19

Come se prendere gli scafisti servisse a qualcosa….

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Sab, 08/06/2019 - 15:28

Sinchè in un modo o nell'altro alcuni riusciranno a ottenere ciò che vogliono in questa sorta di "Win for Life" si accenderà la speranza in centinaia di migliaia di altri clandestini che spereranno di essere anche loro baciati dalla sorte. Proprio come in una lotteria. Bisogna dare la certezza che sono soldi ed energie sprecate. Fare come l'Australia che è un Paese evoluto: NO WAY.

bernardo47

Sab, 08/06/2019 - 15:31

Gli sbarchi proseguono caro felpetta e i 500000 sono tutti qua! Altro che minibot del cavolo e demenziali!

Cheyenne

Sab, 08/06/2019 - 16:28

BASTA RACCOGLIERE FINTI NAUFRAGHI

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 08/06/2019 - 17:02

Rendono più della droga... 1500 eurucci pro capite per un giretto in barca e questi sarebbero i poveri profughi? Ora ci costeranno minimo 21 euro per la pelosa accoglienza molto di più che un bambino nato in questa sciagurata nazione.

nopolcorrect

Sab, 08/06/2019 - 17:15

Si devono organizzare interventi in accordo con i Libici per azioni che provvedano a distruggere i barconi ancora prima che vengano usati mitragliandoli con l'uso di aerei o di elicotteri di combattimento.

Santippe

Sab, 08/06/2019 - 17:52

...CONDIZIONI PROIBITIVE IN LIBIA ...CONDIZIONI PROIBITIVE NELLA TRAVERSATA...COSTO A TESTA 1500,00 Euro...Ma possibile che gli africani che abbandonano i loro paesi e si recano in Libia attraversando il deserto(ALTRE CONDIZIONI PROIBITIVE) non sappiano nulla di queste condizioni proibitive? non sappiano che morire assiderati e che il naufragio sono cose quasi certe..a meno che.. CHI o COSA li rassicura?

Agus

Sab, 08/06/2019 - 17:58

Questa storia non finira`mai, arriveranno sempre, forse un po`di meno ma ugualmente tanti tutti ben pasciuti, ci mettono in gruppo qualche bambino per intenerire, vengono per non fare un cacchio, mantenuti dai pxxxa italiani, la marina invece di fare da taxi deve subito riportarli al porto di provenienza, noi abbiamo gia`dato, siamo gli stupidi d`europa, porti chiusi, ma veramente chiusi

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 08/06/2019 - 18:00

Spendevano meno in aereo e con i documenti a posto! Se hanno pagato 1500€ per una bagnarola...allora sono proprio dei cog@@ni!

salvofranco

Sab, 08/06/2019 - 18:14

nopolcorrect - Anni fa furono scoperte 'aziende' italiane che producevano quei gommoni in Tunisia, oltre ad un fiorente mercato di fuoribordo usati (tipicamente da 50hp). Trasportare da lì alla Libia un gommone sgonfio su di un pick-up è uno scherzo. Gonfiarlo e metterlo in acqua è un attimo. Ecco perché non serve a nulla intervenire in Africa o dar fiato alla bocca con gli slogan come fa Salvini. Servono invece una legge ad hoc ed un blocco navale, punto. Il resto è aria fritta.

senzasperanza

Sab, 08/06/2019 - 18:17

bravi compagni.per voi Savini ,e"come il sale.sta bene da x tutto.

Sceitan

Sab, 08/06/2019 - 18:19

Basterebbero un paio di cassette della vecchia cara dinamite con miccia corte e due plotoni di volonterosi che la trasportano fino a Garabulli e la distribuiscono urbi et orbi. Le partenze cesserebbero di colpo.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 08/06/2019 - 18:28

agosvac allora anche i picciotti della mafia non vorrete mica incriminarli,i criminali veri sono al di sopra.Ma le sembra logico???

Ritratto di allergica_alle_zecche

allergica_alle_...

Sab, 08/06/2019 - 18:33

1) i crocieristi sapevano bene come si sarebbe svolta la traversata visto che i loro parenti l' hanno già fatta e loro partono ben sapendo dove andare (e cosa fare dopo) 2) sotto al sole ci sono stati i bambini della scuola che ha dato la palestra in orario scolastico ai musulmani per la festa della fine del Ramadan (ne haparlato il giornale giorni fa) 3) psicologi e interpreti mancano nei nostri ospedali dove ci sono stranieri che faticano a comprendere i medici. Gli psicologi servirebbero nei reparti di oncologia, non nei porti! 4) Capisco Salvini che è rimasto solo circondato da toghe-zecche, ma se continuano a sbarcare parassiti che i leghisti non vogliono, qua per lui la favola finirà male e presto. E sarebbe un vero peccato perchè le idee che ha in testa sarebbero comunque da provare.

ROUTE66

Sab, 08/06/2019 - 18:34

IL MAGGIORENNE SUBITO SCARCERATO PER AVER PORTATO VIA DAL"INFERNO LIBICO 62 DISPERATI. IL MINORENNE VERRà FATTO GIRARE PER LE SCUOLE ITALIANE A SPIEGARE COME BENCHè COSì GIOVANE SIA RIUSCITO (con grande volontà) a TROVARE UN LAVORO così ben retribuito. UN BUON INSEGNAMENTO AI NOSTRI LAZZARONI CHE SI FANNO MANTENERE DA GENITORI E NONNI,finchè non esaudiscono i loro SOGNI

effecal

Sab, 08/06/2019 - 18:35

gli scafisti criminali, i cattocomunisti sono pronti a farne un simbolo di integrazione.

vocepopolare

Sab, 08/06/2019 - 19:24

90.000€ per trasportare 60 migranti in italia? e quando finirà ? mai... cosa volete che se ne freghino dei porti chiusi ,dei divieti e di tutti gli ostacoli,del resto solo apparenti, che possano trovarsi contro? quando poi aggiungete che nel paese dei pecoroni ci sono combriccole politico-istituzionali che remano a favore dei scafisti...scafisti? ma quali scafisti, questi sono manovrati dalla criminalità organizzata internazionale ,molto probabilmente con basi in italia, che intasca cifre miliardarie al cui confronto droga ,armi e contrabbandi vari sono bruscolini. Ed a questo punto la pletora di buonisti nostrani non potrebbe incorrere nella rete della giustizia per favoreggiamento delle organizzazioni criminali?

kennedy99

Sab, 08/06/2019 - 19:28

quando mi spiegheranno dove hanno preso i 1500 euro che al loro paese questi soldi sono una fortuna. per pagare gli scafisti. poi vengono in italia a prendere in giro gli italiani. finiamola adesso una volta per tutte.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 08/06/2019 - 19:47

Pure nella categoria lavorativa degli scafisti manca la manodopera dovendo attingere a elementi minorenni ... come quando la Germania nazista ormai sconfitta fece affidamento sui minorenni pur di salvare il qlo ai gerarchi.

sparviero51

Sab, 08/06/2019 - 20:02

IL NUOVO SPORT NAZIONALE È FARCI PRENDERE PER IL CUXO E GIOIRNE !!!

oracolodidelfo

Sab, 08/06/2019 - 20:58

bernardo47 15,31 - aiuti a fermarli!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 08/06/2019 - 21:13

Il campione nel farlo mi sembra si chiami Matteo Salvini.

billyjane

Sab, 08/06/2019 - 21:37

Non ne affondano proprio tanti di questi tempi. Possiamo esserne orgogliosi di avere l onore di poterli mantenere sine die, con tutte le loro abitudini, consuetudini compresi stupri, oltraggi alle nostre forze dell ordine. Ma poveri, poveri, poveri. Come se io, in stato di necessità economica, venissi

seccatissimo

Sab, 08/06/2019 - 21:49

Ma quelli dell' Asso25 perché sono intervenuti ? Con un minimo di spirito patriotico potevano risultare in avaria e quindi impossibiltati ad intervenire ! Ci avrebbero evitato una moltitudine di grane, di probabili molti delitti in Italia e pure un sacco di spese. Inoltre, perché una volta imbarcati i delinquenti, naufraghi volontari, ha fatto rotta verso Lampedusa e non verso la Libia rispettivamente verso la più vicina nave della guardia costiera libica ?