Se il papà non paga gli alimenti tocca ai nonni mantenere i nipoti

Una sentenza del tribunale di Catania ha imposto ai nonni di pagare l'assegno che il figlio non poteva permettersi

Se il papà non paga gli alimenti tocca ai nonni mantenere i nipoti

Cosa succede se il papà divorziato non può pagare il mantenimento dei figli? Fino ad ora non restava che rimettersi al giudice o stringere la cinghia. Ma una recente sentenza del tribunale di Catania rimescola le carte in tavola. 

I giudici della prima sezione civile, infatti, hanno imposto ai nonni paterni – titolari di un reddito adeguato – a dare i soldi che il figlio non poteva corrispondere. L'uomo, padre di una 16enne e di un 12enne, è un ex venditore ambulante di abbigliamento ora disoccupato. Davanti all'impossibilità di ricavare qualcosa dall'uomo, l’avvocato dell’ex moglie ha presentato un ricorso (in base all’ex art. 148 del codice civile) chiedendo che i nonni subentrassero per provvedere ai bisogni dei nipoti. Il giudice, lo ha accolto, applicando il principio giuridico che “il non avere mezzi sufficienti” equivale ad un inadempimento e se, come dice la legge, il concorso degli ascendenti (in questo caso dei nonni) deve intervenire solo se entrambi i genitori non riescono a provvedere ai figli questo principio deve trovare anche un correttivo sulla base della situazione concreta. La sentenza ha in realtà due precendenti, una del Tribunale di Roma (del 7 aprile 2004) e l’altra del Tribunale di Milano (30 giugno 2000).

Commenti