Seminaristi abusati: adesso il Vaticano deve decidere

Il Vaticano si appresta a decidere sul caso dei seminaristi che sarebbero stati abusati nel seminario San Pio X. Presto, forse, inizierà il processo

Seminaristi abusati: adesso il Vaticano deve decidere

Sembrano esserci novità sul caso dei giovani seminaristi che avrebbero subito violenze sessuali all'interno del seminario San Pio X, che si trova in Vaticano.

Stando a quanto si legge su La Verità di questa mattina, l'indagine promossa dalla Santa Sede starebbe per giungere alle prime conclusioni giudiziarie. La vicenda era emersa grazie a una serie d'inchieste giornalistiche, portate avanti soprattutto da Gianluigi Nuzzi, nel suo "Peccato Originale" e da Le Iene. I retroscena su questa storia, invece, saranno pubblicati sul prossimo numero di Panorama.

Adesso, infatti, sembra che stia per venire fuori una certa chiarezza su quanto sarebbe avvenuto a pochi passi dalla Basilica di San Pietro. L'annuncio dato poche ore fa dal quotidiano citato, infatti, riguarda pure l'imminenza di una decisione del promotore di Giustizia, che potrebbe disporre l'apertura di un vero e proprio processo. Appare difficile ma non impossibile che, considerata pure la portata mediatica del caso, si opti per l'archiviazione. Bisognerebbe conoscere le argomentazioni delle testimonianze.

Per ora si può apprendere solo qualche statistica: i testimoni ascoltati in questa fase preliminare sono stati ben trenta. La sensazione, insomma, è che le Autorità vaticane vogliano appurare una volta per tutte la realtà dei fatti. Vale la pena sottolineare che i gestori del seminario in cui sarebbero avvenuti questi abusi ai danni di seminaristi adolescenti, che sarebbero stati effettuati da vertici ecclesiastici, hanno per ora sottolineato l'infondatezza delle accuse mosse da chi, come il giovane che viene chiamato "Paolo", ha denunciato una serie di fatti. Dietro alla stretta volontà di arrivare a comprendere se gli episodi raccontati siano avvenuti davvero o no, c'è di sicuro la volontà di Papa Francesco, che nel frattempo ha convocato per il prossimo febbraio un'assemblea straordinaria di tutti gli episcopati. Il fine sarà quello di adottare misure in grado di prevenire tanto gli abusi commessi su minori quanto quelli perpetrati nei confronti dei cosiddetti adulti vulnerabili.

Lo scandalo, infatti, ha coinvolto una serie di territori in cui la Chiesa opera da sempre. La questione è particolarmente sentita negli Stati Uniti, dove le istituzioni ecclesiastiche sono chiamate a cercare di ripristinare la loro credibilità. Un'altra area sensibile è quella cilena, dove tutti i vescovi hanno deciso di consegnare le proprie dimissioni nelle mani del pontefice argentino. L'Italia, dal canto suo, sembra dover affrontare l'argomento meno che altre nazioni, ma quanto sarebbe accaduto all'interno delle mura vaticane merita di essere approfondito nei dettagli.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti