Si masturbava davanti a scuola, denunciato "padre rispettabile"

Gli agenti lo hanno trovato con la zip ancora abbassata. Ha provato a giustificarsi: "Sono un genitore responsabile"

Era stato notato parecchie volte mentre si masturbava davanti all'uscita di un istituto, tanto da diventare l'incubo delle studentesse di Ciconia di Orvieto, in provincia di Terni.

Sin dai primi giorni di scuola l'uomo è stato visto mentre praticava dell'autoerotismo all'interno del suo furgone. Il veicolo veniva posteggiato tatticamente nel punto percorso da ragazzine e ragazzini, anche minorenni, che ri recavano a prendere il pullman o il treno per tornare a casa dopo le lezioni, erano così costretti a guardare quell'orribile spettacolo.

Alcune studentesse più grandi si sono rivolte alla polizia e hanno denunciato il fatto. Gli agenti hanno raccolto diverse testimonianze e sono risaliti a un 65enne incensurato, originario di Perugia ma residente a Orvieto. Inoltre sono riusciti a scoprire che è impiegato presso una ditta locale che è poi risultata essere la proprietaria del furgone bianco. Il titolare dell'azienda ha confermato alla polizia che già nel 2013 l'uomo aveva il veicolo nella sua disponibilità tutto il giorno, compresa la pausa pranzo.

La polizia di è quindi recata sul posto indicato dalla ragazze e ha trovato il 65enne con la lampo dei pantaloni abbassata. Colto in flagranza si è giustificato dicendo "Sono un padre e un nonno rispettabilissimo". Una scusa che non gli è bastata per scampare alla denuncia per atti osceni in luogo pubblico con l'aggravante della possibilità di essere visto da minori.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 05/01/2016 - 11:01

"Rispettabilissimo"... Però secondo gli standard morali del PD poteva almeno prendersi un "utero in affitto".