Sospetta meningite, ricoverato 16enne a Napoli. Terzo caso in pochi giorni

Dopo la vicenda di Vincenzo Di Stazio, 40 anni, chirurgo alla clinica Villa dei Fiori di Mugnano, deceduto a causa di una meningite fulminante, e l’episodio sospetto al pronto soccorso dell’Ospedale del Mare, sta crescendo la psicosi tra i cittadini

È arrivato ieri mattina al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore, nel Napoletano, presentando tutti i sintomi della meningite. C’è apprensione per lo stato di salute di un 16enne di Crispano, che è stato trasferito d’urgenza all’ospedale Cotugno di Napoli, per verificare se ha contratto la malattia infettiva che, negli ultimi giorni, sta creando agitazione in Campania.

Dopo la vicenda di Vincenzo Di Stazio, 40 anni, chirurgo alla clinica Villa dei Fiori di Mugnano, deceduto a causa di una meningite fulminante, e il caso sospetto al pronto soccorso dell’Ospedale del Mare di Napoli, sta crescendo la psicosi tra i cittadini.

Ieri è scattato subito l’allarme nel nosocomio di Frattamaggiore, dove sono stati attivati immediatamente gli accorgimenti previsti dal protocollo. L’intero reparto venuto a contatto il 16enne è stato sottoposto a profilassi. I medici e gli infermieri sono stati “isolati” per impedire l’eventuale contagio.

Intanto, all’ospedale Cotugno gli operatori sanitari stanno effettuando gli esami del caso per stabilire se l’origine della meningite sia virale o batterica. Il ragazzo di Crispano è sotto osservazione ed è affidato alle cure dello staff medico del nosocomio partenopeo.