Spostamenti, orari, visite: verso nuovo Dpcm il 15 e proroga dello stato d’emergenza

Nuovo Dpcm con spostamenti dal 15 gennaio. Potrebbero riaprire i musei, per cinema e teatri si aspetterà febbraio o marzo

Ormai lo stato di emergenza sta volgendo al termine, ma ecco la notizia che potrebbe venire prorogato per altri 6 mesi, e quindi fino al 31 luglio. Giorni zeppi di decisioni da prendere per il governo, che da una parte deve pensare al nuovo Dpcm, quello attuale terminerà infatti il prossimo 15 gennaio, e dall’altra deve fare i conti con la scadenza a fine mese dello stato di emergenza, che ha fatto la sua comparsa per la prima volta il 31 gennaio 2020.

Vicini alla proroga dello stato di emergenza

Sempre più concreta, come anche sottolineato da Il Messaggero, l’ipotesi che verrà confermato per altri sei mesi. Del resto, durante la conferenza stampa di fine anno, lo stesso premier Giuseppe Conte aveva annunciato che lo stato di emergenza sarebbe stato prorogato finché ce ne sarebbe stato bisogno.

Il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Agostino Miozzo, ha sottolineato che “presto saremo nel pieno della campagna vaccinale e l’epidemia è ancora in corso. Prorogare lo stato di emergenza mi pare inevitabile e come minimo bisognerà arrivare a primavere inoltrata”. Quindi vi è quasi la certezza che verrà prorogato. Si deve solo vedere di quanto: fino al 31 marzo o, più probabile, fino al 31 luglio. La prima scelta sarebbe più prudente, vista la tenuta precaria del governo, ma sembra che alla fine verrà scelta la seconda, più ottimistica. Tra l’altro, il 31 luglio sarebbe anche l’ultima possibilità.

Lo stato di emergenza infatti può essere prorogabile solo di 12 mesi e poi di altri 12. Ma il periodo si conta dal termine della prima dichiarazione dello stato d’emergenza. Si parla quindi del 31 luglio 2020. Anche vero che in situazioni estreme le scadenze in passato sono state messe da parte, come per i terremoti avvenuti in Italia. Proroga a parte, prima si deve pensare al nuovo Dpcm, dato che quello attuale scadrà il prossimo venerdì 15 gennaio. Probabilmente però non vi saranno grosse novità rispetto a quello attuale, una specie di copia e incolla. Intanto da domani ci sarà una stretta fino al 15 gennaio.

Il nuovo Dpcm

L’unico cambiamento sarà il ritorno delle fasce per le Regioni, che si baserà sui nuovi parametri relativi all’Rt. Confermato anche il divieto di invitare nella propria abitazione più di due persone, senza contare i minori di anni 14 e i soggetto disabili o non autosufficienti. Anche oltrepassare i confini regionali, anche se in zona gialla, sarà vietato, se non per comprovate necessità lavorative, di salute o emergenza.

Ancora non è chiaro se comparirà magicamente la ormai famosa zona bianca, ma poco importa perché, almeno per il momento, nessuna regione rientrerebbe nei canoni richiesti per accedervi.

Il ministeri dei Beni culturali e dello Sport vorrebbero far ripartire musei, palestre e piscine già dal prossimo 15 gennaio. I più vicini a Vincenzo Spadafora, ministro per le politiche giovanili e lo sport, hanno garantito che “lo sport entrerà nel nuovo Dpcm, da fine dicembre stiamo lavorando con il Cts per un protocollo che ci permetterà di aprire in modo differenziato palestre, piscine e scuole di danza in zona gialla”. Della stessa idea il ministero di Dario Franceschini, ideatore della zona bianca: “Puntiamo ad aprire dal 15 i musei in zona gialla e da metà febbraio o a marzo cinema e teatri”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Surfer67

Mer, 06/01/2021 - 10:38

L'importante è protrarre lo stato d'emergenza fino al 2023 dopodiché chi ha raccolto ha raccolto ed i cocci al sucessore.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 06/01/2021 - 11:06

@Surfer67 - purtroppo sarà così. Almeno sappiamo chi ringraziare.

jaguar

Mer, 06/01/2021 - 11:07

Chi raccoglierà l'eredità di questo governo troverà macerie a non finire.

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 06/01/2021 - 11:10

Io chiuderei tutto fino al 2025.tanto abbiamo i finti profughi che ci pagano la pensione

CICERONE24

Mer, 06/01/2021 - 11:10

Valentina Dardari, ma che dice? Proroga fino al 31 marzo, anzi 31 luglio.... ma stiamo scherzando? Già oggi l'Italia è alla canna del gas, figuriamoci se l'emergenza si protrae per altri 7 mesi... Forse non tutti sanno che le risorse del Paese vengono dalle tasse che pagano prevalentemente dalle imprese. Se continuiamo a chiudere per l'emergenza non ci saranno nemmeno più gli stipendi per il pubblico impiego (che vorrebbero continuare a stare a casa in smart working), e tantomeno per le pensioni e per la sanità. Qualcuno lo capisce questo?

ITA_Chris

Mer, 06/01/2021 - 11:28

Rivoglio la mia libertà.

marzo94

Mer, 06/01/2021 - 11:38

Uno scandalo e un abuso mondiale, siamo ormai al livello del Venezuela. I cittadini trattati ostentatamente da sudditi, con gli sbirri sguinzagliati a multarli per infrazioni inventate (ma vi rendete conto che se passeggio a 500 mt da casa o alle 22,30 sono una specie di malvivente?). Troppo blande le proteste dell'opposizione, va bloccato il parlamento.

pinosala

Mer, 06/01/2021 - 11:54

Mi chiedo sgomento come abbiamo fatto a sopravvivere a tutte le passate epidemie di influenza, senza doverci chiudere in casa e uscire solo mettendoci degli straccetti sulla faccia.

Raffaello13

Mer, 06/01/2021 - 12:17

Ma la "campagna vaccinale" è un motivo per Restringere le Libertà Costituzionali? Eppoi non è nemmeno organizzata, ma solo enunciata! Nella solita disorganizzazione.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 06/01/2021 - 12:17

stanno a controllare i bar,le pizzerie,i ristoranti mettendoli in ginocchio nella migliore delle ipotesi,e all'uscite delle messe ci sono dei veri e propri assembramenti.nessuno controlla..nessuna multa...nessun consiglio dei preti ....ovvio...cè la scomunica del papa!!

Junger

Mer, 06/01/2021 - 14:00

Come è possibile che i pecoroni possano uscire impunemente dall'ovile a "riveder le stelle"?

susyserra

Mer, 06/01/2021 - 15:37

I commenti sulla drammatica situazione dell'economia sono tutti corretti, io sono una delle vittime (figurati! Lavoravo nel turismo, settore definitivamente morto e sepolto da questo governo, non dal covid), ma bisogna anche capire il "progetto", di cui la distruzione dell'economia privata è parte. Più l'economia va male e più soldi e deroghe ai vincoli di bilancio arriveranno dall'unione europea. Per un paese che non è mai riuscito e non riuscirà neanche fra 1000 anni a rispettare i vincoli sul debito pubblico, "un'emergenza" come questa è la manna dal cielo. La guerra all'evasione fiscale è persa in partenza, quindi perchè affannarsi a combatterla, quando gli stessi soldi possono arrivare dall'europa dritti dritti nelle mani del governo, il quale, grazie alle deroghe derivanti dall'emergenza, potrà letteralmente scegliere nelle tasche di chi metterli?

Calmapiatta

Mer, 06/01/2021 - 15:38

Intanto le ASL si rifiutano di mettere ordine nella galassia delle, RSA...... A che servono questiDPCM? Nessuno li prende più sul serio.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 07/01/2021 - 14:57

sì.sìììì al 31 luglio, così, per grazia sua sua maestà giuseppì, ad agosto potrete aprire le piste da sci!!!Come , a quel tempo sarete falliti??? Ma quanto siete pignoli, ingrati e fassisti!!!