"Basta stato d'emergenza". E Galli se la ride in diretta

Secondo il filosofo Massimo Cacciari l'Italia "non può andare avanti a colpi di stato d'emergenza". Ma è la reazione dell’infettivologo Galli a scatenare la rabbia su internet

"Basta stato d'emergenza". E Galli se la ride in diretta

Continuano a tener banco, e non potrebbe essere altrimenti, i temi dello stato di emergenza e del green pass, il documento che da domani sarà obbligatorio per accedere ad alcuni servizi e per poter entrare in determinati locali come ristoranti al chiuso, cinema, teatri e musei. Nel corso della trasmissione di Rete 4 Zona Bianca è andato in scena uno scontro tra il filosofo ed ex sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, ed il responsabile del reparto Malattie infettive del Sacco di Milano, Massimo Galli.

"Quelli che vedono il Green pass come una dittatura" è stata la materia su cui gli ospiti del programma hanno discusso. Cacciari, come è nel suo stile, ha espresso un giudizio diretto su quanto sta accadendo in Italia: "C'è un'involuzione della nostra democrazia. Non c'è un pericolo totalitario. Ma l'Italia non può andare avanti a colpi di stato d'emergenza". Ma Galli non è d’accordo con il pensiero dell’ex primo cittadino di Venezia. Mentre il filosofo pronuncia queste parole, l’infettivologo inquadrato dalle telecamere inizia a sorridere in segno di dissenso.

Sul web sono numerose le persone che hanno criticato il comportamento dell’infettivologo: "Galli che ride, con aria di sufficienza, mentre parla #Cacciari, è qualcosa di abominevole. L’ignoranza ha diversi volti, uno è quello della categoria dei medici spocchiosi", ha scritto un utente su Twitter. E, ancora, un altro utente posta: "Ho visto le immagini di #Cacciari che cercava di spiegare i pericoli di uno #statodiemergenza continuo e al di fuori della #Costituzione e c'era #Galli con un sorrisino di scherno... La sicumera e spocchia tipica del "compagno" 68ino! Sono stati la rovina della #Nazione".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti