Straniero si denuda e insegue le 14enni davanti scuola

Dopo essersi spogliato ed esibito in gesti di autoerotismo davanti alle ragazzine, l'indiano ha tentato di catturarle per poter abusare di loro. Arrestato e finito dietro le sbarre, dovrà a breve affrontare un processo

È finito alla sbarra il cittadino straniero che ad aprile molestò sessualmente alcune ragazzine, mostrando loro i genitali e cercando di commettere un abuso.

Protagonista della vicenda il 34enne indiano Dana Rama, un incensurato senza fissa dimora regolare nel nostro Paese.

Secondo quanto riferito dalla stampa locale, l'episodio contestato risale al 14 dello scorso mese e si è verificato a Cancello ed Arnone, in provincia di Caserta.

L'extracomunitario, che si aggirava nei pressi dell'istituto scolastico Ugo Foscolo in via Settembrini, aveva preso di mira cinque minori di 14 anni. Dopo essere riuscito ad attirare la loro attenzione, si era calato pantaloni e biancheria per mostrare le parti intime ed esibirsi in un atto di autoerotismo. Sotto choc, le giovani avevano subito tentato di allontanarsi, ma il 34enne le aveva inseguite, cercando di catturarle. In quei momenti concitati, una delle ragazzine fu effettivamente afferrata e trattenuta per un braccio dallo straniero, intenzionato a violentarla, ma riuscì a liberarsi in tempo.

Fuggite dall'orco, le minori diedero subito l'allarme, facendo scattare l'intervento delle forze dell'ordine. Ad occuparsi del fermo i carabinieri della stazione di Casal di Principe, che in breve riuscirono ad individuare il molestatore ed a far scattare le manette ai suoi polsi.

Accusato di corruzione di minore, atti sessuali su minore e tentata violenza sessuale, Dana Rama si trova ora rinchiuso dietro le sbarre della casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Per lui anche l'aggravante di avere molestato delle minorenni nei pressi di un istituto scolastico. Nei suoi confronti il tribunale ha disposto il giudizio immediato, dunque lo straniero, difeso dall'avvocato Ferdinando Letizia, sarà presto chiamato a difendersi. La data dell'udienza è prevista per il prossimo 26 di giugno.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 25/05/2019 - 15:50

scappato dalle torture anche questo? mettiamolo come a casa sua:su un letto di chiodi,con qualche serpenti a sonagli in cella.....vediamo se si schiarisce le idee...ma qualcuno gridera' che ho la vita grama...

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 25/05/2019 - 16:31

senza fissa dimora regolare nel nostro Paese....REGOLARE???? fatemi capire,un indiano extra-ue,entra gironzola senza fissa dimora e qualche pdiota lo regolarizza??? siamo alle tragicomiche finali!

Divoll

Dom, 26/05/2019 - 01:49

Non ci sono guerre in India, sia rispedito a casa per direttissima! Ci bastano e ci avanzano i criminali autoctoni, non abbiamo certo bisogno di quelli importati da paesi incompatibili con l'Italia e l'Europa per mentalita', tradizioni, usi (e abusi).

kennedy99

Dom, 26/05/2019 - 07:09

adesso ci penserà la cara boldrini a placare tutto questo naturalmente dalla parte dell'indiano.