Sulla spiaggia di Trieste un muro bianco separa ​gli uomini dalle donne

Lo stabilimento balneare venne inaugurato nel 1903. Da allora al lido Lanterna uomini e donne prendono il sole divisi da un muro

Una spiaggia divisa da un muro, per separare gli uomini e le donne. Si trova a Trieste l'ultimo lido d'Europa, dove mare e bagnasciuga sono divisi in base ai sessi. Ma non si tratta di una discriminazione. È più che altro una questione di cultura, che si è mantenuta nel tempo.

Il bagno ha due ingressi: da una parte entrano donne e bambini minori di 12 anni e dall'altra gli uomini. Poi, all'interno, la spiaggia è divisa da un muro bianco, alto più di tre metri, che non permette a marito e moglie di incontrarsi tra i lettini. Per scambiare due parole, uomini e donne devono andare in acqua.

Lo stabilimento Lanterna (o Pedocin) è attivo da oltre un secolo, quando a Trienste regnavano ancora gli austriaci: verso la fine dell'Ottocento, il comune aveva deciso di costruire i bagni proprio in centro città, per non costringere le famiglie a dover fare viaggi lunghi per recarsi in spiaggia. È così che è sorto il Pedocin, inaugurato nel 1903. All'inizio, a separare gli uomini dalle donne c'era solamente uno steccato, che poi venne sostituito da un muro di mattoni ma, nel 1959, anche questo fu abbattuto, solamente per essere ricostruito poco dopo, spostato di qualche metro, per ampliare la parte delle donne, che spesso portavano al mare anche i bambini.

Il nome Lanterna deriva dal faro di Trieste, poco distante dalla spiaggia, mentre Pedocin ha un'origine più complessa. In dialetto triestino, la parola puù significare pidocchio oppure cozza. Nel primo caso, il nome dello stabilimenti, deriverebbe dal fatto che al tempo di Francesco Giuseppe I d'Austria, il bagno venisse chiuso dalle 14.00 alle 16.00, per permettere ai soldati di lavarsi ("spidocchiarsi" appunto). Nel secondo caso, invece, si alluderebbe alle cozze che abbondavano nelle acque vicine.

I triestini apprezzano da sempre la divisione in spiaggia, che sarebbe vista tutt'altro che come discriminazione: a detta dei bagnanti, al contrario, la separazione rappresenterebbe un po' di libertà.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

venco

Lun, 12/08/2019 - 16:12

E allora?, sappiate che a loro va bene cosi.

scorpione2

Lun, 12/08/2019 - 16:27

Poi, all'interno, la spiaggia è divisa da un muro bianco, alto più di tre metri, che non permette a marito e moglie di incontrarsi tra i lettini. OCCHIO NON VEDE CUORE NON DUOLE. E LE CINTURE DI CASTITA NE PARLIAMO?

Popi46

Lun, 12/08/2019 - 16:30

Reperto archeologico come tanti altri, l’Italia ne è la più ricca

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 12/08/2019 - 18:37

già pronta per i muslims!!!mi raccomando niqab in spiaggia e burkini in acqua!!!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 12/08/2019 - 18:53

E i luxuri dove vanno?

ziobeppe1951

Lun, 12/08/2019 - 19:10

All’inizio era stato pensato per quelli come te..poi sono arrivati quelli del finto profeta......

Divoll

Lun, 12/08/2019 - 19:10

Insomma, sono gia' pronti per la sharia.

cir

Lun, 12/08/2019 - 20:08

venco -- giusto , condivido

Ritratto di fergo01

fergo01

Lun, 12/08/2019 - 20:50

il pedocin, uno di quei sapori, di quelle atmosfere che solo a trieste incontri

claudio faleri

Lun, 12/08/2019 - 21:18

lasciamo la libertà di scegliere cosa che non piace ai comunisti, per loro la parola scegliere va abolita, va bene solo quello che decidono loro, amano tanto l'uguaglianza, a parole, e comunque qui on c'è uguaglianza, allora a trieste sono tutti fascisti

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 12/08/2019 - 22:28

Ci Riprovooo L'amico Triestino Pietro, mi ci porto un mezzogiorno dell'estate 1984, per pranzare, spiegandoni l'usanza. A me e dispiaciuto solo,di non poter ammirare le MULE Triestine!!!!jajajajajaja. PUBBLICHIAMO!!

dare 54

Lun, 12/08/2019 - 23:52

Mariti, approfittatene! E quando vi capita più!?!?!?

cir

Mar, 13/08/2019 - 00:01

hernando45 .. forse ti e' andata bene ...sei si mettono a scalciare le mule sono terribili ,Salut dal Piemunt!

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 13/08/2019 - 02:25

hernando45 22:28 - Concordo e . . . ti capisco, ma se volevi "butar l'ocio alle mule" basta farsi una passeggiata sul lungomare di Barcola. - Ciao, me ne vado a Abidjan che, pur essendo quasi all'equatore, gode in questo periodo di un meraviglioso fresco (fino a ottobre).

Alfa2020

Mar, 13/08/2019 - 08:18

Ma che popolo stiamo diventando le croce che vengono tolti dalla scuola Ospedale ec.. certo con questo Papa musulmano

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 13/08/2019 - 09:34

sarei curioso di sapere chi frequenta questo lido...

obiettore

Mar, 13/08/2019 - 09:37

Alfa, popi, bandog e divoli, dei triestini non avete capito una beata mazza e neanche granché del senso dell' articolo. Ci facevo più "sgai". Venite qua e saprete cosa significa.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 13/08/2019 - 11:12

obiettore 09:37 scrive : " Ci [Vi] facevo più "sgai". Venite qua e saprete cosa significa" - - - Gentile "obiettore", avevo in mente di stilare un commento simile al suo, ma so che non sarei riuscito ad essere tanto conciso quanto esplicito e allo stesso tempo "garbato". - - - P.S. : Per i goliardici soloni che però non hanno capito un "beato klinz" (una beata mazza in italiano, come dice "obiettore"), "sgai = pl. di sgaio" = [∫gàio] agg. = svelto, sveglio, pronto, attivo, smaliziato. - "Quel no xe un mulo sgaio" = Quello non è un ragazzo sveglio.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 13/08/2019 - 11:18

anticalcio 09:34 scrive : " sarei curioso di sapere chi frequenta questo lido..." - - - Risposta : Quelli che hanno voglia di andarci e non soffrono di insulsi complessi.

obiettore

Mar, 13/08/2019 - 15:08

abj14, il "Ci" è uno scherzetto del correttore... Cordialità