Un insetto nell'insalata servita all'ospedale di Brindisi

L'insetto, somigliante a un millepiedi, ha iniziato a muoversi quando il paziente ha condito l'insalata

Un insetto nell'insalata servita all'ospedale di Brindisi

Era un “tagliaforbici” quello trovato nell'insalata da parte di un paziente di 68 anni, ricoverato nel reparto di chirurgia vascolare dell'ospedale “Antonio Perrino” di Brindisi, al momento della cena. A denunciare l'accaduto il figlio presente in corsia.

Oltre al danno anche la beffa perché l'insetto, che assomiglia a un millepiedi, era ancora vivo e si è mosso quando il paziente ha iniziato a versare tra le foglie olio, sale e aceto.

Secondo quanto riportato dal Nuovo Quotidiano di Puglia, è stata subito informata l'infermiera che ha assicurato di rimediare all'incidente. Ma così non è stato. Nessuno ha cambiato il piatto o è andato a controllare.

Dalle dichiarazioni del figlio al quotidiano locale, il giorno seguente, al momento delle ordinazioni per il pranzo l'uomo ha messo in evidenza all'addetta alla mensa l'increscioso ritrovamento. Lei, però, pare ci abbia anche scherzato su dichiarando che loro servono solo “proteine fresche”.

Ma l'accaduto non si è limitato ad una semplice lamentela del paziente e del figlio. Il direttore dell'Asl di Brindisi, Giuseppe Pasqualone, ha dichiarato di voler aprire un'inchiesta anche se a quanto pare la cucina dell'ospedale (a detta di Pasqualone) è periodicamente controllata dai Nas.
Fatto sta che l'ospedale “A. Perrino” di Brindisi non è nuovo a incidenti del genere. È già balzato l'estate scorsa agli onori della cronaca per la presenza degli scarafaggi nel Pronto Soccorso.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento