"Per te si divertono?", "Ma piantala, hai rotto...". Ed è "rissa" in tv tra Merlino e Feltri

Acceso scontro su La7, nel corso del programma "L'aria che tira", tra la conduttrice e il direttore di Libero sul tema dell'aborto e delle donne in politica

"Per te si divertono?", "Ma piantala, hai rotto...". Ed è "rissa" in tv tra Merlino e Feltri

In pochi avrebbero scommesso che l'ultima puntata de L'Aria che tira sarebbe finita in bagarre tra Myrta Merlino e il direttore di Libero, Vittorio Feltri. L'esordio della trasmissione, in onda su La7, aveva offerto spunti interessanti e larghe vedute di intesa sul ruolo delle donne nel lavoro e in politica. Ma una volta toccato il tema dell'aborto, la situazione è sfuggita di mano a tutti e sono volate parole grosse.

Vittorio Feltri si è collegato in diretta con Myrta Merlino e la conduttrice ha accolto l'ospite elogiando il suo ultimo editoriale sulle donne in politica. La Merlino si è dimostrata in sintonia con la visione spiccatamente femminista di Feltri, chiedendo però delucidazione su un finale piuttosto negativo. Una richiesta di chiarimenti che ha dato il "la" a Vittorio Feltri per spiegare: "Le donne in politica non riescono a sfondare perché non amano la politica. Sono poche le donne che si dedicano alla politica e quindi pochissime quelle che riescono a distinguersi". Diversamente da quanto avviene, secondo il direttore di Libero, nelle professioni dove "le donne che frequentano di più l'università rispetto agli uomini sono mediamente più brave dei maschi, studiano meglio e sono più tenaci. Io ho due medici donne e sarò vecchio come un dattero, ma sono ancora qui a rompere i cogli*** ".

A far scatenare la polemica è stata una considerazione finale di Feltri che, nel chiudere il suo intervento, ha affermato: "Fra l'altro le donne hanno anche più attaccamento al lavoro, ad un certo punto possono sbandare solo quando sono spinte da un forte desiderio di maternità e per sfornare figli perdono qualche autobus". Myrta Merlino sulle prime ha ironizzato: "Avendone sfornati tre ti posso dire che si possono fare figli e lavorare". Poi però la discussione si è spostata sul tema ben più caldo dell'aborto, scatenando lo scontro. "Abbiamo avuto sei milioni di aborti. Se fossero nati non avremmo il problema delle culle vuote", ha ribattuto Feltri. Myrta Merlino, decisamente alterata, ha interrotto il direttore di Libero: "Però la libertà di abortire è sacrosanta. Detta così sembra che le donne si divertano ad abortire".

Un battibecco nato per un fraintendimento, che si è concluso con la stoccata finale di Feltri: "Io non ho detto il contrario, io ho detto la realtà. Figurati che ne ho fatti quattro di figli. Piantala per favore. L'aborto è legittimo, perché cavolo mi rompi l'anima?".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento