Tentano di clonare le carte al bancomat, presi due stranieri

Operazione dei carabinieri a Positano, in provincia di Salerno. Finiscono in manette due bulgari, accusati di aver installato skimmer e microcamere per filmare gli utenti

Tentano di clonare i dati degli utenti del bancomat, scoperti e arrestati due bulgari a Positano in provincia di Salerno.

L’operazione porta la firma dei carabinieri della compagnia di Amalfi che hanno stretto le manette ai polsi dei due stranieri dopo averli scoperti intenti a installare, su due erogatori di denaro, alcuni “skimmer”.

Si tratta di dispositivi capaci di leggere e di copiare i dati delle carte utilizzate dagli ignari utenti per prelevare denaro. Grazie all’ausilio di una microcamera, che avrebbe filmato la composizione del codice pin, i due stranieri avrebbero infine ottenuto campo libero all’utilizzo di decine di carte bancomat.

Le indagini dei militari, che si sono avvalse dell’utilizzo delle telecamere di sorveglianza, hanno consentito di sventare il colpo gobbo che i due bulgari avevano intenzione di portare a segno ai danni di turisti e cittadini.

La coppia di ladri hitech è stata fermata e, dopo le formalità del caso, i due stranieri sono stati arrestati e trasferiti presso la casa circondariale di Salerno Fuorni.

Un caso simile s'era verificato lo scorso anno a Roma, addirittura nei pressi di Palazzo Chigi. Anche in quel caso una banda di bulgari aveva installato i dispositivi skimmer per rubare i dati e i pin degli utenti. Però i loro piani andarono in fumo grazie a un'altra inchiesta dei carabinieri.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 29/06/2019 - 11:33

quelli che grazie all'abbattimento delle frontiere,vengono indisturbati in italia a...lavorare!!