La teoria del grillino "Col reddito di cittadinanza gli italiani iniziano a tromb..."

La tesi dell'onorevole M5S, Massimo Enrico Baroni: "Metti il reddito di cittadinanza e vedi come tutti iniziano a tromb..."

La teoria del grillino "Col reddito di cittadinanza gli italiani iniziano a tromb..."

Lui la definisce una “espressione ultracolorata”. E in effetti un po’ di brio ce l’ha eccome, non passa certo inosservata. Il deputato M5S Massimo Baroni, psicoterapeuta e membro della commissione Affari sociali della Camera, in un tweet ha messo nero su bianco quella che lui considera l’utilità del reddito di cittadinanza, sostenendo che serva per permettere a tutti di fare sesso.

Teoria interessante, proviamo a capirne di più. “Metti il reddito di cittadinanza in Italia – aveva scritto sui social l’onorevole grillino - e vedi come iniziano a trombare tutti come ricci!". Chiaro e diretto. In una intervista a Tg Zero di Radio Capital ha spiegato meglio il concetto, racchiuso in pochi caratteri del tweet. Si trattava, dice, "un'espressione ultracolorata che serve per riuscire a parlare di reddito di cittadinanza. Altrimenti ci troviamo a parlare solo di immigrati che secondo molti economisti portano il pagamento delle pensioni”.

La domanda però è: come è possibile che un assegno mensile in assenza di lavoro possa permettere di fare più sesso? “Col reddito – ha spiegato il deputato - possiamo uscire a mangiare una pizza e quando torniamo si fa un incontro amoroso". E quando gli hanno chiesto una data precisa sull’approvazione del reddito minimo, ha risposto: "C’è una situazione di quadri intermedi che ci remano contro come stiamo vedendo adesso all'interno dei ministeri. Sono un cittadino che abita in periferia prima di essere onorevole. Ho fatto il cameriere, il portiere d'albergo, e le pulizie". Intanto oggi Di Maio si è sbilanciato e ha fatto sapere che i primi assegni sociali saranno erogati già da marzo. Staremo a vedere.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti