Firenze, turiste americane prese a bottigliate in testa

Un rapinatore ha preso a bottigliate in testa e a calci e pugni due turiste americane in pieno centro storico per rubar loro il cellulare

Firenze, turiste americane prese a bottigliate in testa

l centro di Firenze è di nuovo nel mirino di balordi e rapinatori, stavolta a farne le spese sono due turiste americane che stamattina verso l'alba hanno subito una brutale aggressione da parte di un uomo che voleva rapinarle.

I fatti, secondo quanto è riportato sul quotidiano on line “FirenzeToday”, si sono svolti in pieno centro, le due ragazze trentenni avevano trascorso la notte per locali e dopo essere passate per Piazza Duomo stavano rincasando quando un uomo ha tentato di fermarle con modi gentili.

Le due trentenni americane gli hanno dato qualche spicciolo pensando che poi se ne sarebbe andato ma lui le ha seguite fino a Piazza de' Cimatori dove l'uomo ha scatenato la sua ira contro una delle due turiste colpendola con una bottiglia di vetro alla testa.

Non contento ha trascinato anche l'altra per terra e poi ha preso entrambe a calci e pugni con una violenza inaudita, solo l'intervento di un passante è riuscito a farlo desistere non prima però di riuscire a rubare l'Iphone X di una delle due malcapitate.

L'uomo che ha visto la scena ha chiamto subito i soccorsi che hanno trovato le due donne sotto shock e ferite, hanno riportato varie escoriazioni e abrasioni che sono state medicate in ospedale. La polizia indaga sull'accaduto per riuscire ad inviduare il colpevole di questa brutale aggressione.

Sulla vicenda interviene il Consigliere regionale della Lega Jacopo Alberti, raggiunto telefonicamente dalla redazione de Ilgiornale.it: “Nardella in questi cinque anni di mandato ci ha lasciato una città più caotica, più sporca ma soprattutto più insicura che mai e ciò non è tollerabile, sia per i cittadini che per i turisti ormai divenuti quasi ogni giorno bersaglio di qualche malvivente del centro storico. Non passa settimana che non si senta parlare di atti di violenza nel nostro splendido capoluogo – spiega il consigliere regionale – nella maggioranze delle volte a danni di donne o turisti, dove è la sicurezza? Che priorità ha avuto in questi cinque anni di governo? Mi pare di capire ben poco, visto i risultati ottenuti: donne aggredite mentre portano a spasso il cane, gruppi di turisti che finiscono in una rissa con dei rapinatori del sabato sera, ora alla lista si aggiungono anche queste due povere ragazze che pensavano di passare delle ore spensierate in una delle città più belle del mondo invece si sono ritrovate a vivere un incubo.” Alberti pensa già alle elezioni amministrative di Giugno prossimo e conclude “Un sindaco che non sa gestire la sicurezza di una città con 15 milioni di turisti l'anno e 400 mila abitanti non merita di ricoprire di nuovo quell'incarico, fortunatamente i cittadini di Firenze tra qualche mese avranno la possibilità di mandare a casa la vecchia giunta comunale e rinnovarla sulla scia del cambiamento che è in atto in tutta la Toscana. Dopo Siena, Massa, Pisa, Grosseto, Pistoia e Arezzo, riporteremo sicurezza e dignità anche nel nostro amato capoluogo”

Commenti