Il toccante messaggio della famiglia Demenego: "Matteo non sia morto invano"

La polizia in piazza a Montecitorio. Il sostegno della famiglia dell'agente ucciso a Trieste: "Grazie per come ci credete"

Gli occhiali scuri. Il volto ancora provato dal dolore. “Non pensavo di doverlo leggere. Mi tremano le mani”. Su quel cellulare c’è il messaggio della famiglia di Matteo Demenego, uno dei due agenti uccisi nella questura di Trieste. Sono le parole di vicinanza da parte di chi, anche nel pianto di una morte inspiegabile, riesce a trovare la forza di recapitare la propria vicinanza a quel corpo che il loro figlio aveva sposato.

"Non conoscevamo la signora e non vogliamo strumentalizzare la vicenda. Ma ci teniamo a far leggere il messaggio dei genitori e del fratello di Matteo", dice Andrea Cecchini, segretario di Italia Celere e promotore della manifestazione di piazza delle forze dell’ordine. Sono poche parole, certo. Ma arrivano dritte al punto. A metterle nero su bianco è Gianluca, il fratello dell’agente ucciso. "Ciao Sabrina - si legge nel messaggio - fate bene a scendere in piazza. Se riusciamo vi raggiungiamo anche io e mio padre, proprio perché la morte di mio fratello e del suo collega non siano vane. Grazie polizia per quello che fate e grazie per come ci credete" (guarda il video).

Oggi poliziotti, carabinieri, finanzieri, penitenziari e vigili del fuoco sono scesi in piazza tutti insieme per chiedere “più tutele” alla politica. E allo Stato. “Basta con la mattanza delle forze dell’ordine - si legge in un cartello - con il beneplacito di certi giudici e magistrati. La loro giustizia arriva all’obbligo di firma. Vergogna! Se fossero morti i loro figli, sarebbero così benevoli con gli assassini?”. Insieme alle divise, davanti a Montecitorio si sono visti esponenti di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia. Ma non voleva essere, e non è stata, una manifestazione politica né sindacale. “Siamo qui per essere propositivi - dice Cecchini - siamo qui per urlare il nostro orgoglio di servire questo Stato e i suoi cittadini”.

Diversi italiani si sono schierati al fianco delle divise in questa giornata di protesta. “Sono qui in solidarietà con le forze dell’ordine - confessa una signora al Giornale.it - in nessun Paese del mondo vengono trattate come in Italia. I nostri ragazzi si battono a petto nudo e a mani legati, rischiano la vita ma vengono sbeffeggiati da una certa magistratura che rimette in libertà delinquenti, assassini, stupratori e pedofili. E gli agenti non hanno alcuna tutela”. Sono parole di “affetto” e “solidarietà”. Proprio come quelle della famiglia di Demenego. Perché “il sacrificio di Matteo non deve essere vano”. E lo Stato, urla la piazza, “non può girarci le spalle”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 22/10/2019 - 13:53

Alla POLIZIA di STATO, così come all'ARMA dei CARABINIERI, il totale sostegno. Non c'é Libertà senza Giustizia e non ci può essere Giustizia senza Ordine.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 22/10/2019 - 13:59

I politicanti giudiziari di sinistra travestiti da magistrato dovrebbero essere licenziati tutti perché rubano lo stipendio.

munsal54

Mar, 22/10/2019 - 14:09

E I TG NAZIONALI TACCIONO SULLA MANIFESTAZIONE COME SE NULLA FOSSE SUCCESSO. BELLA LIBERTA' ALLA FACCIA DEL DIRITTO ALL'INFORMAZIONE PER IL CITTADINO E DELLA DEMOCRAZIA !

FD06

Mar, 22/10/2019 - 14:21

Vedrete vedrete come lo Stato italiano vi ringrazierà .... Poi la magistratura vi negherà pure la protezione ... E il gioco é fatto !!!!

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 22/10/2019 - 14:29

Il rispetto della memoria dei poliziotti uccisi in generale passa dalla corretta disamina della catena di errori che ha portato all’evento nefasto. Solo così non si ripeteranno più. Se non si fa questo, il resto è aria fritta.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 22/10/2019 - 15:24

ci voleva uno di Velletri per far scendere in piazza le forze dell'ordine

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 22/10/2019 - 15:39

@Stamicchia... bravo, anche un momento di raccogliemento è cordoglio può essere l'occasione per puntare il dito contro qualcuno millantando errori, pur di ammettere che la causa di questa tragedia è solo ed esclusivamente la presenza sul territorio nazionale di soggetti con il preciso obiettivo di nuocere alla società, con la presuntuosa (ma consolidata!) convinzione che a loro tutto è permesso, che le regole valgono solo per gli italiani. Complimenti per il nick.

flip

Mar, 22/10/2019 - 15:51

Ho appreso adesso la notizia del feroce assassinio di un nostro fedelissimoe Angelo Custode. Porgo alla Famiglia le più sentite e sincere congoglianze. Mi augoro che gli assassini ed i loro fiancheggiatori vengano arrestati e puniti severamente e che la punizione sia esemplare!. FLIP.

scorpione2

Mar, 22/10/2019 - 15:55

ONORE AI MILITARI CADUTI IN SERVIZIO, HO SETTANT'ANNI E HO SEMPRE RISPETTATO LE FORZE DELL'ORDINE,TUTTE. MA UNA OEESRVAZIONE LA DEVO FARE, SE FOSSE SUCCESSO QUALCHE INTOPPO QUEL GIORNO SULLA SPIAGGIA DI MILANO MARITTIMA QUANDO IL FIGLIO DI SALVINI FECE UN GIRO SULLA MOTO D'ACQUA COL POLIZIOTTO, SE IN QUEL MOMENTO NASCEVA UNA EMERGENZA IL POLIZIOTTO COME SI COMPORTAVA? PENSAVA AL RAMPOLLO O ALL'EMERGENZA? VOI DITE SI VA BE' MA NON E' SUCCESSO NIENTE,ED E' QUESTO IL PROBLEMA LE COSE SI DEVONO VALUTARE PRIMA PER NON PIANGERE DOPO.

scorpione2

Mar, 22/10/2019 - 16:06

PAISA', SE QUANDO INCOMINCIAVANO HA SBARCARE DA NOI LI OBBLIGAVANO A RISPETTARE LE LEGGI OGGI NON SAREMMO IN QUESTE CONDIZIONI, IN ITALIA IL DIO DANE' SOVRASTA TUTTO A DISCAPITO DI TUTTO E DI TUTTI, I POLITICI DI ALLORA AVEVANO CAPITO COME INGRASSARSI E ALE' DENTRO TUTTI.

ST6

Mar, 22/10/2019 - 16:10

Salvini in maglietta della Polizia non c'era stavolta? Ah già la colichetta renale...

lorenzovan

Mar, 22/10/2019 - 16:23

il mio appoggio ai militari che manifestano giustamente...Avrei pero' voluto manifestassero anche contro i torturatori della Diaz..della caserma di Bolzaneto..o a chi riusci' per dieci anni a ritardare la verita' sul caso Cucchi..Allora si che ci sarebbe una vera unita' nel paese..e una unita' di intenti per il bene comune

flip

Mar, 22/10/2019 - 16:24

Non ci potrà mai essere vera giustizia e tranquillità sino a quando ci sono delinquenti seriali lasciati VOLONTARIAMENTE ed IMPUNEMENTE liberi. .

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 22/10/2019 - 16:24

Sempre grati alle Forze dell'ordine Italiane. ONORE A VOI !

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 22/10/2019 - 16:35

Bando a inutili polemiche: essere vicini a questi ragazzi è segno un sentimento di affetto indefettibile. Al resto dovranno provvedere governo e comandanti dei corpi armati dello stato: mettere tutti nelle migliori condizioni di poter operare in piena sicurezza. Daccordo pienamente con bobirons.

machimo

Mar, 22/10/2019 - 17:14

Se non si cambia politica, giudici e magistratura resta tutto come è

Italianocattolico2

Mar, 22/10/2019 - 19:20

Tutto il sostegno e la comprensione alle famiglie dei Poliziotti uccisi dai soliti parassiti immigrati in fuga da altre polizie. Solo in Italia trovano posto. Complimenti anche ai soliti commentatori culturalmente superiori che devono per forza sostenere e difendere politici sinistri, magistrati sinistri, delinquenti sinistri e destri, ONG et similia. !!