Trova sotto il letto due rom che gli stavano svaligiando casa

Le due minorenni, entrambe di 13 anni, avevano forzato la porta per entrare nell'appartamento. La polizia gli trova addosso cacciaviti e kit per i furti

Trova sotto il letto due rom che gli stavano svaligiando casa

Le hanno trovate rannicchiate sotto il letto, in un appartamento a Roma a due passi da piazza di Spagna. Stavano svaligiando l'abitazione, come ormai accade quasi quotidianamente nella capitale. Sono due ragazzine minorenni di etnia rom, che abitano nel campo nomadi di via Salone.

Il proprietario, rientrando a casa, ha sentito dei rumori sospetti venire da dentro l'appartamento. Non ci ha pensato sopra ed ha chiamato il 113. Gli agenti del commissariato Trevi Campo Marzio sono entrati e dopo una prima ispezione, come riporta romatoday.it, erano convinti che i ladri si fossero già dileguati. Poi, la sopresa. Andati nella camera da letto hanno scovato le due rom minorenni nascoste sotto il letto, dove si erano rifugiate sperando di sfuggire ai controlli e tagliare la corda non appena la polizia se ne fosse andata.

Una delle due ragazze portava una borsa con dentro un vero e proprio kit per lo scasso: cacciaviti, lastre di plastica per aprire le serrature ed uno stick utilizzato per oscurare lo spioncino della porta. Le due rom, già note alla polizia, sono state condotte dalle forze dell'ordine in una casa famiglia.

Quello dei furti in appartamento è ormai un business facile per i nomadi. Che si intrufolano facilmente nelle case e poi le svaligiano, portando via soprattutto oro giallo e gioielli. Finito il "lavoro", poi, sono soliti lasciare un segno all'esterno della porta. Se il colpo è andato a buon fine, infatti, incidono sopra la serratura una "X", come a dire: "Qui siamo già passati".

Commenti