"Il tuo conto è stato azzerato": cosa succede ai clienti Unicredit

App e sito sono ancora in tilt. Un altro giorno da incubo per i correntisti: conti "azzerati" e pagamenti impossibili

"Il tuo conto è stato azzerato": cosa succede ai clienti Unicredit

Non c’è pace per i clienti di Unicredit. Un altro giorno di passione per i correntisti del credito bancario che già nella mattinata di ieri, lunedì 14 settembre, ha avuto notevoli problemi. Dopo l’ora di pranzo sembrava tutto risolto. E invece questo martedì non sembra andare meglio. Ancora una volta down l’accesso al sito di home banking. Non tutti i clienti riescono a entrare e quelli che dopo vari tentativi ci riescono, hanno una brutta sorpresa: il loro conto risulta azzerato. Tranquilli, i vostri soldi non sono andati persi per sempre. Si tratta più che altro di un problema di rappresentazione informatica. Nessun hacker è riuscito a violare il sito e a impossessarsi dei soldi. Sono al sicuro, solo che per il momento sono in stallo e non possono essere toccati. Ieri il problema sembrava essere stato risolto e invece oggi siamo daccapo.

Unicredit ancora down

La banca guidata da Jean-Pierre Mustier ha messo in campo i suoi informatici per cercare nel più breve tempo possibile di risolvere il problema. Questa volta si spera per sempre.

Secondo quanto reso noto dalla stessa banca di piazza Gae Aulenti, tutto dovrebbe risolversi entro poche ore. Tramite Twitter e gli altri social, Unicredit si sta scusando con i propri clienti per il disservizio causato loro e assicura che stanno “lavorando per risolvere il prima possibile la problematica in corso”. Impossibile quindi questa mattina accedere ai conti online ed effettuare bonifici e pagamenti. Sul sito downdetector.it ci si può rendere conto benissimo dell'entità del problema.

Conti azzerati: un incubo

Inoltre, alcuni bonifici effettuati negli scorsi giorni non sarebbero ancora stati elaborati. Con carte di credito e bancomat la situazione non sembra andare meglio. Chi oggi pensa di fare la spesa e pagare con la carta deve mettere in conto che potrebbe non riuscirsi. Meglio quindi portarsi i contanti o rimandare gli acquisti a un altro giorno. Come riportato dal Corriere della Sera, un cliente ha scritto: “Stamattina i clienti Unicredit che accedono alla home banking da Pc trovano un avviso in merito a problemi tecnici e impossibilità di accesso ai conti. Chi invece accede da app e da mobile arriva fino alla schermata finale dove il conto risulta 0,0 euro... Non una bella sensazione”. Un incubo. L’assistenza clienti è stata presa d’assalto anche oggi.

Tra i vari messaggi quello di una donna che questa mattina ha cercato di pagare con la propria carta di credito il supermercato. L’importo era di 110 euro. Niente da fare. Dopo tre tentativi, alla fine ha dovuto rinunciare a qualche acquisto per scendere alla cifra che aveva disponibile in contanti. Però, come ha scritto:“Alle 11:22, dopo un’ora, mi sono arrivati sullo smartphone 3 sms di avvenuto addebito per 110 € l’uno”. Alla sua domanda di intervenire in qualche modo, le è stato risposto “di attendere qualche giorno la gestione dei problemi avvenuti da parte della Sede centrale di Unicredit”.

Commenti