Cronache

Unhcr: "Da inizio 2015 oltre 225 mila immigrati sbarcati in Europa"

Non si ferma l'ondata di sbarchi. Ora è emergenza anche in Grecia. Ecco le foto choc dei salvataggi in mare

Unhcr: "Da inizio 2015 oltre 225 mila immigrati sbarcati in Europa"

Oltre 225mila migranti e rifugiati sono arrivati quest'anno in Europa attraversando il mar Mediterraneo e quasi la metà di loro è sbarcata in Grecia, in particolare sulle isole di Lesbo, Kos, Chio, Samo e Lero. Lo ha reso noto l'Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati, aggiungendo che fra il primo gennaio e il 31 luglio 2015 gli sbarchi in Grecia sono aumentati del 750% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Solo a luglio i migranti arrivati in Grecia sono stati 50mila, 20mila in più rispetto a giugno. Numeri che parlano chiaro. L'emergenza immigrazione non è mai stata così drammatica. E dopo la Grecia, anche il Canale di Sicilia continua ad essere il tratto di mare più battuto dagli scafisti durante le traversate dei barconi. I naufragi, nonostante l'estate proseguono. I barconi sono stracolmi e gli incidenti in mare sono quotidiani. La polizia di Stato intanto ha diffuso le drammatiche immagini dei soccorsi ai migranti che si trovavano nel barcone che si è rovesciato mercoledì a 15 miglia al largo delle coste della Libia. Negli scatti centinaia di persone, alcuni con salvagente altri senza, nuotano disperatamente verso la nave irlandese che li ha successivamente raccolti. (Gallery)

I circa 400 sopravvissuti hanno raccontato di torture e violenze subite durante il viaggio. In molti erano stato rinchiusi nella stiva e non ce l'hanno fatta. Due interventi di soccorso, coordinati dalla centrale operativa della Guardia Costiera, si sono appena conclusi con il salvataggio di 240 persone a circa 25 miglia a nord della Libia. In particolare 113 migranti che erano a bordo di un gommone sono stati recuperati da nave Diciotti mente altri 128 sono stati salvati da nave Barbon Argos di Medici senza Frontiere, dirottata in zona dalla Guardia Costiera.

Commenti