Vandali imbrattano la sede di Fratelli d'Italia. Ira Meloni: "Figli di papà imbecilli"

La presidente di FdI va all'attacco: "Escono di casa in piena emergenza nazionale fregandosene delle disposizioni per contenere il contagio"

"A tutti i cittadini è richiesto di uscire di casa solo per esigenze lavorative, motivi di salute e necessità". Questo l'appello che rimbalza da diversi giorni su televisioni, radio e web da parte del Ministero della Salute, al lavoro per limitare i contagi da Coronavirus. Mentre tutti gli italiani sono in "quarantena nazionale" e stanno facendo enormi sacrifici, essendo impossibilitati a uscire di casa in seguito alla decisione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte di estendere all'intero Paese la dicitura di "zona protetta", c'è chi ha infranto le disposizioni e ha violato le raccomandazioni degli esperti. I vandali ad Albano Laziale evidentemente non hanno recepito il messaggio e hanno pensato bene di fregarsene delle norme imposte, uscendo dalle proprie abitazioni per prendere di mira la sede di Fratelli d'Italia.

Il fatto è stato denunciato da Giorgia Meloni, che sui propri profili social ha mostrato la foto della porta d'ingresso in Via Aurelio Saffi 61 imbrattata con i simboli della falce e martello e con le scritte PC: "Anche in piena emergenza nazionale, i soliti figli di papà - fregandosene delle disposizioni per contenere il contagio - pensano bene di uscire di casa per imbrattare una sede di Fratelli d'Italia ad Albano. Doppiamente imbecilli".

"Veri fascisti a sinistra"

Sulla questione è intervenuto anche Roberto Cuccioletta, che è andato all'attacco nei confronti della sinistra locale: "Evidentemente, oltre a violare le norme sancite dal DPCM per limitare il contagio del virus, ritiene di compiere atti intimidatori volti a ridurre la nostra libertà". Il coordinatore di Fratelli d'Italia di Albano ha fatto sapere che si continuerà a rinnovare la porta "dopo ogni atto vandalico che subiremo, così ad oltranza e non ci stancheremo". Allo stesso modo non si stancherà di ripetere e sottolineare che "gli unici fascisti rimasti sulla terra siete voi comunisti". FdI dunque proseguirà il proprio progetto per portare avanti le "battaglie per la libertà e per la pacificazione sociale. Continuate pure, non ci fate paura".

Stando a quanto si apprende, la sede sarebbe stata già vandalizzata neanche un mese. Infatti su Facebook si legge la testimonianza da parte di Federica Nobilio, capogruppo di Fratelli d'Italia ad Albano Laziale: "In una città semivuota, serrande abbassate, odore di paura e disinfettante per strada guardando questo triste spettacolo ho pianto. Per rabbia, frustrazione e perché ho pensato che per questa gente non c'è nessuna speranza".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 15/03/2020 - 10:30

Non sento nessun sinistro a protestare o a scandalizzarsi. Che sian ostati loro a farlo?