Baby gang pesta 12enne sul bus e lo manda in ospedale

Il minorenne era uscito col fratello per portare a spasso il cane, quando è stato circondato da un gruppo di coetanei a bordo del bus e pestato fino a riportare serie fratture

Arriva da Varese la notizia dell'ennesimo caso di baby gang e violenza fra giovanissimi. Stavolta a farne le spese è un ragazzino di soli 12 anni, pestato dal branco mentre si trovava a passeggio con il fratello ed il proprio cagnolino.

I fatti contestati, secondo quanto riferito dai quotidiani locali che hanno riportato la notizia, si sono verificati durante il pomeriggio dello scorso martedì 28 gennaio. La vittima si trovava insieme al fratello maggiore di 13 anni ed al cane, quando è avvenuta la brutale aggressione.

I fratelli erano usciti di casa verso le 17. Raggiunta a piedi la fermata degli autobus della linea H delle Autolinee Varesine, nel quartiere di San Fermo, i due avevano deciso di prendere il bus per tornare indietro più velocemente.

Una volta saliti a bordo del mezzo, tuttavia, si sono imbattuti nel branco di bulli.

Il gruppo, composto da 7-8 minorenni, ha immediatamente preso di mira il più giovane dei fratelli, e lo ha in breve circondato. Decisi ad assalire il 12enne, che non aveva fatto alcunché per provocarli, i ragazzini lo hanno sfidato, dicendogli chiaramente che era loro intenzione scatenare una rissa. Lo scontro però, ben lungi dall'essere un conflitto fra due parti, si è rivelato piuttosto un pestaggio vero e proprio.

In evidente inferiorità numerica, il 12enne è stato assalito alle spalle ed afferrato per il collo da un membro del branco, poi gettato a terra e pestato. Sotto gli occhi sconvolti del fratello, il ragazzino è stato letteralmente tempestato di calci, ed ha riportato numerose fratture.
L'incredibile violenza ha avuto fine soltanto quando il bus ha raggiunto la successiva fermata ed il gruppo di bulli si è dato alla fuga, soddisfatto del proprio operato.

Il 13enne ha allora soccorso il fratello, avvisando subito i familiari, accorsi in aiuto dei due giovani.

Accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale locale, il ragazzino è stato sottoposto ad accertamenti e medicato dal personale sanitario. In seguito alla violenta aggressione, ha riportato una frattura composta del setto nasale ed una al radio, per le quali ha ricevuto complessivamente una prognosi di 20 giorni.

Il giorno successivo, la famiglia del 12enne ha sporto formale denuncia presso il presidio di polizia dell'ospedale di Circolo di Varese. Ascoltato il racconto della vittima, gli agenti hanno immediatamente avviato le indagini per risalire ai responsabili.

Del caso è stata informata anche la società degli autobus, che collaborerà durante l'attività investigativa. Stando a quanto riferito dal 12enne, il conducente del bus non si era accorto di quanto stava accadendo a bordo del mezzo e per tale ragione non sarebbe potuto accorrere in aiuto del minorenne.

Le indagini sono ancora in corso.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Renadan

Gio, 30/01/2020 - 20:24

Poi non gli fa niente nessuno. Tutto inutile con questo governo di merda

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 31/01/2020 - 10:56

viva l'itaglia buonista dei pidioti & co. che perdona tutte le violenze se non sono "fassiste o rassiste"!