Vicenza, 21enne drogata e stuprata da baby pusher

Al momento gli inquirenti, che possono solo basarsi sulle dichiarazioni della studentessa, sono impegnati nelle indagini per risalire alla esatta dinamica dei fatti. La 21enne ha raccontato di essere stata drogata e violentata da un pusher straniero di 17 anni

Arriva dalla città di Vicenza la notizia dell'ennesimo caso di violenza sessuale commessa da un cittadino straniero nei confronti di una donna. Al momento gli inquirenti possono contare esclusivamente sulle dichiarazioni della giovane vittima, per questo motivo le indagini sono tuttora in corso e su di esse viene mantenuto il massimo riserbo.

Il fatto, secondo quanto riferito dalla stampa locale che ha riportato le poche informazioni filtrate fino ad ora, si è verificato durante l'estate dell'anno in corso. La presunta vittima di violenza, una studentessa universitaria di 21 anni originaria di Vicenza, stava cercando qualcuno che potesse venderle alcuni grammi di marijuana, e seguendo le indicazioni ricevute era arrivata a quello che sarebbe divenuto in seguito il suo aguzzino.

Raggiunta la zona di Campo Marzo, ormai tristemente nota per essere divenuta luogo di degrado e spaccio di stupefacenti, la 21enne aveva incontrato il pusher, uno straniero di soli 17 anni, a cui aveva dunque chiesto di poter acquistare della droga. Dopo un primo contatto, la ragazza aveva accettato di incontrarlo direttamente presso il suo domicilio, così da evitare di essere visti e denunciati dagli agenti della questura impegnati in continue e quotidiane operazioni di pattugliamento della zona.

I due si sono così spostati all'interno della sopra citata abitazione, dove sarebbe quindi avvenuta la violenza sessuale. Una volta al sicuro nella casa del giovane pusher, quest'ultimo avrebbe proposto alla cliente di provare una piccola dose di cocaina. Accettata la droga, la 21enne ha però cominciato a non sentirsi bene. Con la mente offuscata a causa della sostanza assunta, non sarebbe più riuscita a capire cosa le stava accadendo, ed è finita così nelle grinfie dello straniero.

Quest'ultimo, approfittando della situazione, ha così abusato sessualmente della studentessa, costringendola a subire un rapporto sessuale.

Tornata a casa dopo la violenza, la 21enne non ha subito trovato il coraggio di denunciare.

La notizia, infatti, è stata rilasciata soltanto in questi ultimi giorni.

Una volta trovata la forza di raccontare quanto le era accaduto, la ragazza si è rivolta alle forze dell'ordine locali, che hanno immediatamente avviato le indagini in merito alla vicenda.

Del caso è stata informata anche la procura per i minorenni di Vicenza, che ha dato quindi avvio ad un'inchiesta per violenza sessuale. Tutto, in ogni caso, è ancora da verificare.

Gli inquirenti stanno investigando per risalire alle reali responsabilità di entrambe le parti coinvolte nella vicenda. Le indagini sono tuttora in corso.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

venco

Dom, 22/12/2019 - 17:51

Sicuramente una ragazza aperta, progressista, sinistra di certo.