Coronavirus

Il virus svuota anche i cieli: "È come l'11 settembre"

I dati di Eurocontrol mostrano il cambiamento del traffico aereo al tempo del Covid-19. Il lockdown ha fatto crollare il numero di aerei in volo

Il virus svuota anche i cieli: "È come l'11 settembre"

I cieli si sono svuotati. Il numeri sul traffico aereo sono scesi in picchiata, tanto che l'Associazione internazionale del trasporto aereo (Iata) lo ha definito il calo più significativo dall'11 settembre. A febbraio, infatti, si parla di una diminuzione del traffico passeggeri del 14,1% a livello globale e su base annua. "Le compagnie aeree sono state colpite da una mazza chiamata Covid-19 a febbraio - aveva commentato il ceo Alexandre de Juniac-I confini sono stati chiusi nel tentativo di fermare la diffusione del virus".

E col passare dei mesi la situazione non sembra essere migliorata. Lo dimostrano i dati di Eurocontrol, l'organizzazione intergovernativa che coordina il controllo del traffico aereo del Vecchio Continente. I cieli europei hanno iniziato a svuotarsi a partire da febbraio, quando è iniziato il blocco dei voli dalla Cina. Poi sono stati cancellati gli eventi internazionali e numerose prenotazioni sono state annullate. A marzo, il blocco si è esteso in tutto il mondo, di pari passo con la diffusione della pandemia a livello globale.

La mappa realizzata da Eurocontrol mostra il cambiamento del traffico aereo all'inizio di aprile, confrontandolo con i dati dello scorso anno. È il risultato dell'impatto delle misure di contenimento alla diffusione del Sars-CoV-2

Secondo i dati di Eurocontrol, relativi al giorno 19 aprile 2020 e alla settimana che va dal 13 al 19 aprile 2020, gli aeroporti europei si sono trovati a gestire rispettivamente il 91% e l'88,9% dei voli in meno, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il 19 aprile, infatti, nei cieli erano presenti solo 2.455 aerei e, nell'intera settimana, il numero è di 3.317. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, si nota un drastico calo dei viaggi in programma destinati ai passeggeri: erano pari all'85% del totale nel 2019 e al 32% quest'anno. Aumentano in percentuale, invece, i voli charter e cargo, rispettivamente il 37% e il 20%, contro il 9% e il 2% dello scorso anno.

"Domenica 19 aprile praticamente tutti gli aeroporti più grandi d'Europa gestiscono ora il 90% di voli in meno rispetto allo scorso anno", evidenzia Eurocontrol. Diminuito anche il traffico tra Europa e Stati Uniti che, fino a ieri registrava l'82% in meno rispetto al 2019.

Commenti