L'arte contemporanea svelata in Tv dai collezionisti privati

Dal 28 ottobre torna su Sky Arte la terza serie del programma Private Collection, di Sabrina Donadel. Protagonista della prima puntata Antonio Dalle Nogare e la sua sua casa-museo, sede della Fondazione Antonio Dalle Nogare a Bolzano

Sabrina Donadel con l'artista Fabio Mauri

Arte contemporanea con vista - e racconto inedito - sulle opere di collezioni private svelate nella terza serie Tv Private Collection – third edition, il programma ideato, prodotto e condotto dalla giornalista e conduttrice Sabrina Donadel con la regia di Stefania Vialetto. Dal 28 ottobre, ogni lunedì alle ore 20.45 su Sky Arte (canali 120 e 400 di Sky) e disponibile su Sky On Demand, Sabrina Donadel incontrerà in esclusiva nelle loro case i collezionisti privati più prestigiosi italiani e internazionali e il pubblico potrà scoprire i capolavori, fino ad ora inaccessibili, dei più importanti artisti.

Sono otto le puntate in programma in cui altrettanti collezionisti racconteranno la loro storia personale, che si intreccia a quella degli artisti di cui costudiscono le opere. Racconteranno la storia, gli aneddoti e le curiosità legati ad ogni opera. Private Collection dà spazio anche a rubriche, appuntamenti fissi e minipillole che soddisferanno le curiosità non solo degli appassionati, ma anche di chi si affaccia per la prima volta al mondo dell’arte contemporanea.

Nella prima puntata Sabrina sarà ospite di Antonio Dalle Nogare, imprenditore edile con un trascorso da tennista professionista da sempre appassionato d’arte, che illustrerà la sua casa-museo, sede della Fondazione Antonio Dalle Nogare a Bolzano. Verranno presentati i capolavori firmati da artisti di fama internazionale come Dan Graham, Robert Barry, Roman Opalka, On Kawara, Joseph Kosuth e Fabio Mauri.

In onda dal 2015, Private Collection è giunto alla terza edizione per un totale di ventiquattro collezioni di arte contemporanea raccontate. Nelle precedenti stagioni, molte personalità del mondo dell’imprenditoria, della cultura e delle professioni, si sono alternati e hanno descritto la storia delle loro collezioni private.

Tra gli altri, hanno partecipato: Alessia Antinori, imprenditrice del vino; Giorgio Fasol, proprietario di una delle collezioni più ricche e significative del nostro Paese, che vanta opere esposte in musei e fondazioni di tutto il mondo; Nicoletta Fiorucci, che dopo aver preso la guida per alcuni anni dell'azienda di famiglia, leader nel settore alimentare, ha focalizzato le sue attività intorno al mondo dell'arte contemporanea, della moda e del design, istituendo il Fiorucci Art Trust a Londra; Giuseppe Iannaccone, avvocato che vanta una collezione di opere anni ’20-’30-'40, recentemente esposta alla Triennale di Milano; Angela Missoni, stilista, direttore creativo del brand Missoni; Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, torinese, membro del consiglio di alcuni tra i più importanti musei del mondo, punto di riferimento nel panorama dell’arte contemporanea internazionale e Beatrice Trussardi, imprenditrice che dal 1999 presiede la Fondazione Nicola Trussardi, voluta dal padre per lo sviluppo dell'arte contemporanea.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.