Racconti on the road, proclamati i vincitori del concorso Anas per esordienti

Primo classificato un ristoratore cinquantenne di Brescia. 380 i lavori arrivati. Ciucci: "Abbiamo organizzato il certame letterario per sensibilizzare gli utenti della strada al tema del trasporto, delle infrastrutture e della sicurezza stradale"

Racconti on the road, proclamati i vincitori del concorso Anas per esordienti

Quasi 400 racconti arrivati, 26 già pubblicati. Il tema è per tutti la strada, il viaggio. Si è chiuso ieri con la premiazione dei 3 vincitori il primo concorso letterario On the road, organizzando dall'Anas con la collaborazione della commissione nazionale italiana dell'Unesco e della scuola di scrittura creativa «Le officine del racconto». Il concorso era rivolto a scrittori esordienti e i primi due classificati sono un ristoratore di Brescia, Stefano Pazzaglia, e un architetto di Bergamo, Irene Puorto, entrambi cinquantatreenni, con i racconti «Paisà» e «Due secoli in tre». Il terzo miglior racconto è stato giudicato dalla giuria - di cui hanno fatto parte Pierluigi Battista, Marino Sinibaldi, la scrittrice Clara Sereni, il direttore dell'Università La Sapienza Beatrice Alfonzetti, il direttore della scuola di scrittura Francesco Izzo, l'editor di Ponte alle Grazie Cristina Palomba, il presidente dell'Anas Pietro Ciucci e Giovanni Puglisi, presidente dell'Unesco Italia - «La carne» di Giovanni Contarino, ingegnere di 41 anni di San Mauro Torinese. Ieri la premiazione a Roma con il sottosegretario ai Trasporti Rocco Girlanda.
«L'Anas ha organizzato il certame letterario Racconti on the road per sensibilizzare gli utenti della strada al tema del trasporto, delle infrastrutture e della sicurezza stradale», ha sottolineato il Presidente dell'Anas Ciucci.
«Per l'assoluta gratuità - ha precisato Puglisi - la scelta di promuovere il concorso su Facebook, raggiungendo così un pubblico eterogeneo e una giuria di alto livello», il concorso è «un unicum nel panorama dei concorsi letterari per esordienti. Non ero preparato alla capacità dei nostri autori di disegnare, attraverso le strade, i sentieri, i marciapiedi, i percorsi, le tràzzere, i vicoli e i viottoli protagonisti dei loro racconti, una vera e propria mappa del nostro Paese. E quella che viene fuori, credetemi, è un'Italia che merita di essere raccontata». Nel corso della cerimonia è stato presentato il volume «Racconti on the road», pubblicato da Ensemble, che raccoglie i 26 migliori racconti che settimanalmente saranno anche pubblicati sul Giornale delle Infrastrutture: www.lestradedellinformazione.it. L'intenzione è quella di promuovere il concorso anche per il 2014.

Commenti