Come diventare City Angels: partono i corsi, autodifesa "Hashita"

Il reclutamento dai primi di ottobre. I requisiti necessari. La nuova tecnica per tutelare la propria sicurezza è mutuata dai servizi segreti israeliani

Anche i City Angels lanciano la loro campagna di reclutamento. I corsi di formazione per i nuovi volontari inizieranno ai primi di ottobre.
Le lezioni si svolgeranno due volte alla settimana, una volta in sede e una in palestra, per tre mesi. In questo lasso di tempo i futuri volontari di strada impareranno le tecniche operative di squadra (gli Angels operano in squadre da tre a cinque volontari, guidate dal caposquadra), alcune nozioni di psicologia e comunicazione e, per l'autodifesa, l'hashita: un nuovo sistema di combattimento usato dai corpi speciali israeliani. Alla fine del corso i candidati dovranno affrontare una verifica pratica su strada e un esame finale. Secondo l'organizzazione, su 10 persone che chiedono di entrare negli Angels, in media soltanto due arrivano alla fine del percorso.
Per diventare un City Angels bisogna essere maggiorenni e possedere una certificazione di sana e robusta costituzione. Gli aspiranti angeli urbani, prima di accedere alle lezioni, dovranno affrontare anche un colloquio psico-attitudinale. A chi supererà l'esame finale verrà chiesto un impegno settimanale di almeno tre ore.
Oggi gli Angels possono contare su un centinaio di volontari a Milano e 500 in Italia. L'età media va dai 20 ai 45 anni e sono per il 40% donne e per il 30% immigrati. Secondo il fondatore, Mario Furlan, essere un gruppo multietnico e multirazziale è una cosa «fondamentale per chi, come noi, opera sulla strada».