E Vendola lascia fuori i giornalisti

Sempre pronta a scagliarsi contro i presunti attacchi alla libertà di stampa, la sinistra non si fa problemi quando è lei a mettere alla porta i giornalisti. O, più precisamente, a sistemarli in una saletta collegata con una tv a circuito chiuso. È quanto accade in Puglia, in occasione della prima riunione del Consiglio regionale che si tiene oggi. Per l’evento è prevista infatti in aula non solo la presenza di settanta consiglieri e sette assessori esterni, ma anche di svariati amici e conoscenti degli eletti: insomma, in aula ci sarà il tutto esaurito, e per questa ragione i giornalisti saranno pregati di accomodarsi fuori e seguire i lavori dall’esterno attraverso uno schermo. «La decisione mortifica il diritto di cronaca - dichiara il presidente regionale dell’Assostampa Raffaele Lorusso -. Si tratta di un atto ostile nei confronti di tutti i giornalisti». Sulla vicenda è sceso in campo anche l’ordine dei giornalisti pugliesi sottolineando come «l’esercizio del diritto di cronaca non possa essere limitato alla mera informazione sui discorsi ufficiali».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti