Ecco la cultura «by night»

L’Urbe replica «La Notte dei Musei». Dopo il successo dello scorso anno (con la partecipazione di oltre centomila persone) il prossimo 15 maggio si rinnova l’appuntamento con la maratona culturale che vede coinvolti 80 spazi espositivi accessibili al pubblico gratuitamente e in un orario insolito: dalle 20 fino alle 2 di notte.
Romani e turisti avranno così l’opportunità di ammirare mostre permanenti e temporanee: una su tutte l’esposizione dedicata a Caravaggio alle Scuderie del Quirinale. Più in generale è prevista l’apertura straordinaria per musei statali, civici, privati, accademie, istituti di cultura, università, chiese, e palazzi storici (ad esempio la Corte di Cassazione spalancherà eccezionalmente il suo cortile d’onore e l’Aula Massima). Battenti aperti anche per la Camera e il Senato con visite guidate ogni mezz’ora dalle 20 alle 24.
In più le diverse location faranno da cornice a oltre 170 eventi che spaziano dalle performance di teatro, danza e musica, alle letture e alle proiezioni di video, fino alle conferenze e alle degustazioni.
Nel cuore della città, nell’esedra del Marco Aurelio ai Musei Capitolini, alle 20.30 e alle 22, spazio al concerto di Javier Girotto e Gianni Ioro mentre la piazza del Campidoglio ospiterà l’istallazione luminosa di Roberto Malfatto.
Il teatro va in scena al museo Napoleonico con «La meravigliosa avventura della Repubblica Romana - Mazzini - Garibaldi - Mameli» (alle 21.30 e alle 23), uno spettacolo con Edoardo Sylos Labini. All’Ostiense, invece, la Centrale Montemartini accoglie il concerto Gegè Telesforo Quintet (alle 20, alle 21.15 e alle 22.30). «Il successo dello scorso anno, reso ancora più evidente dalla grande partecipazione giovanile - sottolinea il sovrintendente Umberto Broccoli -, ci spinge a continuare sulla linea che abbiamo intrapreso fin dall’inizio e cioè restituire i musei alla gente, i monumenti appartengono al pubblico ed è necessario che le persone, in maniera colta e raffinata, li frequentino».
Così Roma con non pochi sforzi organizzativi (ma a costi zero per l'amministrazione comunale dal momento che le spese sono state coperte dalla Camera di Commercio e dagli sponsor) partecipa - unica città italiana - a questa manifestazione internazionale che coinvolge oltre 40 Paesi e si svolge in Europa fin dal 2005.
«La Notte dei Musei - chiarisce l’assessore capitolino alla Cultura, Umberto Croppi - rappresenta un evento spettacolare di alta cultura e partecipazione popolare reso possibile dalla sinergia di idee del Mibac, del Comune, delle università, della Camera di Commercio e degli sponsor che hanno sopperito alla mancanza di risorse».
Per saperne di più è possibile consultare i siti www.museiincomuneroma.it e www.beniculurali.it.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti