Ecco Malika Ayane la voce che ha sedotto anche l’«orecchio» di Paolo Conte

A Sanremo si è distinta per l’eleganza dell’interpretazione. Ha presentato un brano, Ricomincio da qui, con cui ha conquistato il premio della critica. La cantante in questione si chiama Malika Ayane e stasera sarà all’Auditorium, nell’ambito del «Grovigli tour 2010». Il brano sanremese, caratterizzato da una struttura originale che sfugge alla consueta alternanza di strofa e ritornello, ha confermato il talento di interprete raffinata della Ayane. Una giovane leva della canzone italiana che ha già conquistato la stima di tanti grandi artisti, Paolo Conte su tutti.
Non è scontato (anzi, è decisamente difficile) che oggi l’avvocato di Asti si scomodi per parlar bene di un giovane collega. L’ha fatto per lei, spingendosi a scrivere appositamente un brano per l’album Grovigli, cantandolo insieme alla sua pupilla. Non è l'unica collaborazione importante, perché nel nuovo disco di Malika c’è anche una canzone scritta da Cesare Cremonini (anche se in questo caso entrano in gioco questioni sentimentali).
Tornando all’appuntamento di stasera, sarà l’occasione per scoprire se il talento della cantante milanese è in grado di conquistare una platea per l’intera durata di un concerto. La prova sulla breve distanza è stata brillantemente superata, ora è il momento di dimenticare l’Ariston e di mettere alla prova l’intero repertorio, per vedere se è all’altezza di Come foglie, Feeling better e Sospesa.
L’eco di tre sold-out al Blue Note di Milano lascia pensare che la Ayane sia sulla buona strada e l’Auditorium potrà confermare questa sensazione. Con lei sul palco ci saranno Giulia Monti al violoncello, Stefano Brandoni alla chitarra, Marco Mariniello al basso, Carlo Gaudiello alle tastiere, Phil Mer alla batteria, Chris Costa e Margo Guerzoni Cori.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.