La Bundesbank ancora contro Draghi: "Scabroso fissare un tetto agli spread"

Il falco Weidmann accusa la Bce: "Fissare un tetto agli spread è un'idea scabrosa". E la Merkel lo appoggia: "Bene i suoi avvertimenti"

Dalla Bundesbank arriva un nuovo siluro contro il presidente della Bce Mario Draghi. Nel mirino dei tedeschi, ancora una volta, l'acquisto dei titoli di Stato dei Paesi Ue in difficoltà economica. A rivendicare la libertà di parola in una lunga intervista allo Spiegel è il numero uno della Bundesbank Jens Weidmann che invita Draghi a non fissare un tetto dello spread spiegando di non essere il solo a condividere questa posizione all’interno del board della Bce. "Fissare i tassi di inflazione per i titoli di Stato è per me un’idea scabrosa - attacca Weidmann - non credo di essere il solo ad avere mal di pancia al riguardo". Per il presidente della Bundesbank, infatti, la Bce non deve "sottovalutare il pericolo che il finanziamento possa rendere dipendenti come una droga" oltre al fatto che "la manna di denaro delle banche centrali potrebbe risvegliare brame durevoli e condurre ad una mutualizzazione dei rischi". La posizione del falco tedesco è stata subito apprezzata dalla cancelliera Angela Merkel convinta che sia "un bene che Weidmann metta in guardia i politici in continuazione".

Angela Merkel non usa mezzi termini: "Sostengo Weidmann e credo sia un bene che egli, come capo della Bundesbank, abbia molta influenza nella Bce". D'altra parte lo stesso Weidmann non si sente come l’ultimo dei Mohicani all’interno della Bce e non ha alcuna intenzione di gettare la spugna: "Per me una politica del genere equivale ad un finanziamento di Stato compiuto stampando denaro. In questo modo la Bce non può risolvere durevolmente i problemi, corre invece il rischio di crearne di nuovi". Il presidente della Buba esclude ogni possibile dimissione da parte sua, come hanno fatto i suoi ex colleghi Axel Weber e Juergen Stark dal momento che "il modo migliore di svolgere il mio compito è di restare in carica. Voglio lavorare affinché l’euro resti forte come era il marco". Tuttavia, diversamente da quanto sostiene Draghi, per Weidmann non è compito della Bce garantire la permanenza di un Paese nell’Eurozona a qualunque costo."La nostra azione è basata sulla fiducia - spiega - sempre di più e ancora di più non crea sempre fiducia. Alla fine una banca centrale può conservare la fiducia solo se con le sue misure si attiene al mandato che le è stato affidato".

Nell’intervista allo Spiegel Weidmann spiega, infine che acquistando in continuazione bond, la Bce rischia - appunto - di perdere di vista il suo compito principale, "quello di mantenere stabili i prezzi". "Negli anni ’70 in alcuni Paesi adesso membri dell’unione monetaria si arrivò a tassi di inflazione a due
cifre"
, spiega il presidente della Buba ricordando la storia della Banca d’Italia e "quanto duramente ha dovuto combattere per sottrarsi all’abbraccio del ministero delle Finanze, per poi festeggiare giustamente ciò come un grande successo". "Se le banche centrali acquistano bond dei singoli Paesi, questi finiscono nel bilancio dell’Eurosistema - spiega Weidmann - con la conseguenza che alla fine a garantirle sono i contribuenti degli altri Paesi. Nelle democrazie a decidere su questa completa collettivizzazione dei rischi devono essere i parlamenti e non le banche centrali. L’Europa è fiera dei suoi principi democratici, che caratterizzano la sua identità". Weidmann ricorda, quindi, che non sono state le banche centrali a decidere quali Paesi dovessero entrare nell’euro, ma i governi. Ciò significa che "se si obbligasse la Bce a garantire ad ogni costo la permanenza di Paesi membri nell’euro, si potrebbe arrivare ad un conflitto con il suo compito più importante, quello di mantenere i prezzi stabili. Anch’io non vedo come si possa escludere che un Paese sovrano decida di lasciare l’unione monetaria".

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Dom, 26/08/2012 - 14:55

Lupus in fabula.ECCO perche si comportano cosi . Sono drogati sia di potere come di denaro.

killkoms

Dom, 26/08/2012 - 15:13

i crucchi dopo aver plasmato l'€ a loro uso e consumo,pretendono di avere la precedenza anche sulla bce!

dinoerre

Dom, 26/08/2012 - 15:36

I tedeschi con lo spread alto vogliono togliersi il loro debito con i soldi degli altri.Io credo che la Grecia, l'Italia e tutti i paesi in difficoltà sono stati danneggiati dallo spread artificiosamente alto a favore dei banchieri tedeschi e francesi. Non è giusto dire che la Grecia non rispetta gli impegni se gli interessi da pagare, di fatto, strozzano la possibilità di rispetare gli stessi. Lo spread alto non dipende dalla fiducia dello stato debitore, ma dalla speculazione dei banchieri. I banchieri tedeschi e francesi sono stati gravemente danneggiati dagli investimenti americani e ora cercano di rifarsi con i titoli di stato di paesi che pur avendo un debito pubblico, inferiore a quello tedesco e francese, vengo ricattati con spread fuori controllo. Se i titoli di stato francesi e tedeschi, venissero messi sul mercato senza controlli, anche loro sarebbero titoli spazzatura peggio di quelli greci.

Oracolo56

Dom, 26/08/2012 - 16:01

Il nord italia finanzia il sud Italia da almeno 50 anni. Non solo il sud italia non pensa nemmeno a restituire quanto ricevuto, ma non risulta che 50 anni di aiuti abbiano migliorato la situazione. Concordo pienamente. Ricevere aiuti rende dipendenti. Ci si abitua a spendere quello che non si è guadagnato

mila

Dom, 26/08/2012 - 16:12

@dinoerre -Non sono laureata alla Bocconi, ma credo che la sostanza del problema sia come dice Lei. Cioe' dal Medio Evo non e' cambiato nulla. Lo Stato veramente Sovrano, l'America, permette ai suoi principali Vassalli, come Germania e Francia, di rifarsi sui servi della Gleba, cioe' su di noi.

Ritratto di centocinque

centocinque

Dom, 26/08/2012 - 16:39

La DDR che avanza.

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Dom, 26/08/2012 - 17:02

La questione non sta nel debito, perchè questo, pur essendo di dimensioni enormi, non è mai stato problematico per l'Italia fino allo scoppio della bolla immobiliare americana del 2006. Il vero problema sono le banche francesi e tedesche che hanno le cantine piene di carta straccia americana e greca. Hanno rifilato alla Greci, per esempio, forniture di armi colossali accettando titoli di debito statali. L'ideologia del "troppo grande per fallire" ci ha fregati tutti. Perchè così il debito stesso è stato tenuto in piedi, nei confronti della Grecia, solo per non fare fallire le banche tedesche e francesi. La finanza ha fatto molti guadagni con il fallimento greco. Altri si aspettano di farne con noi: e siccome chi manovra tutto sono i tedeschi, i loro titoli del tesoro, che servono anche a far star su la Bundebank, vanno a ruba con rendimenti prossimi a zero. I tedeschi sono degli imbroglioni, sono dei ladri da strada, non bisogna assolutamente fidarsi di loro nè stare in un europa dove ci siano anche loro. Sarebbe la nostra fine. FUORI DALL'EUROPA, VIA DALL'EURO E LONTANI DAI CRUCCHI.

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 26/08/2012 - 17:07

Tutto nasce dalla riunificazione tedesca e da questi "falsari" che hanno fatto il cambio 1 a 1 , ein DM ein DDR MARK !! aumentando la loro massa monetaria in maniera mostruosa di circa il 50 % la quale non corrispondeva in al cuna maniera al pil prodotto in germania !! Allora che hanno fatto i "falsari" si sono inventati l'euro cambiano i DM , compresa la carta straccia di quelli della ex DDR con una moneta buona l'EURO !! Pertanto , avendo una massa di euro superiore dal proprio pil , dal punto di vista economico si sono appropriati di parte del pil degli altri paesi dell'eurozona !! questa enorme massa di euri li hanno riversato nelle loro imprese finanziandole a tassi bassissimi , non contenti hanno falsificato i loro bilanci caricando il welfare e le pensioni della ex DDR in una società a parte la FKW , partecipata al 100% dal quarto REICH e dai loro LANDER, che per un alchimia contabile non viene conteggiata nel debito dei MANGIAKRAUTI !! La quale società si finanzia emettendo obbligazioni a tassi di interessi minimi che vengono acquistati anche dalla BUBA essendo i forzieri della stessa ancora zeppi di marchi della ex DDR riciclati in euro !! Ora il loro scopo è quello di far uscire le nazioni del sud europa dalla zona euro infatti se ciò accadesse si ritroveranno una moneta svalutata molto di più del cambio di quando sono entrati nell'area euro perhè si ritroveranno costretti a ripagare un debito in euro !! In altri termini la BANCAROTTA PIU' TOTALE cosi la KULONA e i suoi connazionali con quattro soldi potranno comprare tutto : banche , industrie ,immobili !! QUESTA è una nuova SHOA economica !!

a.zoin

Dom, 26/08/2012 - 17:18

Perchè i tedeschi,sono così testardi, vogliono forse COLONIZZARE L`EUROPA ??? Dovevano pensarci prima,della moneta unica. Ora che la frittata è fatta. >>>Se l`Euro fallisce in un paese,fallisce tutta l`Europa.

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Dom, 26/08/2012 - 17:57

loro al contrario nostro sanno difendere i loro interessi nazionali...i loro politici non rubano,non intrallazzano e non inciuciano quando si tratta di interessi nazionali...dall'euro al contrario nostro sono riusciti ad ottenere solo vantaggi finanziando a tempi record la ricostruzione dell'est comunista e grazie alla dabbenaggine dei nostri politicanti pagano interessi a breve sul debito pari a zero...hanno in pratica realizzato cose che noi tutti persi in queste logiche faziose destra sinistra salvo poi tenerci il peggio da entrambe non siamo neanche in grado di concepire

Massimo Bocci

Dom, 26/08/2012 - 18:33

Ha ragione il Bundesbank, ma siamo pazzi dare da mangiare a chi sta morendo di fame,...POTREBBE PRENDERE IL VIZIO e MANGIARE TUTTI I GIORNI, e la UE è un'associazione (per delinquere!!), essa su da associazioni tipo i comunisti, i catto, i bancari,i massoni, mafia, per fare il LORO bisnef e schiavizzare il popoli con la finta PAN democrazia,tipo al nostra il popolo vota ma non conta un tubo;.....Organizzazione messa su al posto della guerra ma il risultato deve essere lo STESSO;....Invece di morire SPARATI il Bue si MORIRA' da SCHAVO e di FAME, vuoi mettere il risparmio,......delle bombe.

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 26/08/2012 - 18:53

@aliberti. ma finiamo di considerali onesti rubano anche loro ,d'altronde considerare onesti un popolo che ha assassinato e depredato milioni di ebrei , saccheggiato oro ,opere d'arte , costretto ai lavori forzati milioni di europei assassinandoli nei campi sterminio o di lavoro E' RIDICOLO !!! Hanno però un grande vantaggio rispetto alla penisola non hanno il MERIDIONE !! la nazione del nord è sventurata !! nazi al nord terroni al sud !! qui ci vuole un miracolo !!

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 26/08/2012 - 19:07

Ed io come fresco pensionato ancora a pagare la SOLI per i moriammazzati ex DDR.

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 26/08/2012 - 19:14

Guardate nella foto losguardo vitreo e allucinato del mangiakrauti!! Secondo me costui di DROGA se ne intende !!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 26/08/2012 - 19:32

non c'è alternativa: tutti tedeschi. la guerra (economica) la vincono loro. altro che tornare alla lira! ZANNA

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 26/08/2012 - 19:48

cio che non è riuscito a Napoleone, Stalin, Hitler - cioè la creazione di uno stato europeo forse riuscirà ai tedeschi di Angela Merkel!E certo la guida spetta alla Germania- come in passato leader economico e industriale- Ma ce la farà, la Germania a sonfiggere i nemici esterni - USA Russia e ora anche la Cina- che così vedrebbero compromessa la egemonia attuale politica economica e anche militare? Di sicuro il "gigante Europeo non piace a costoro che come in passato cercheranno in ogni modo di impedire che l' Europa divenga la prima potenza. faranno di tutto - finanche la ribellione armata- per impedirlo. Ecco dove sta la vera sfida. E forse i tedeschi- come il passato recente e meno recente insegna, dovranno soccombere contro il mondo coalizzato. A noi tocchrà ,come sempre, il ruolo subalterno di interessi altrui. Che fare? accendiamo un cero al ns. santo protettoreche non si torni alla lira e all' isolamento in cui il ns. paese si trovò all' indomani della sec. guerra mondiale! ZANNA

killkoms

Dom, 26/08/2012 - 19:58

@oracolo56,150 anni fà circa,il nord italia,nella persona di casa savoia,assogettò e saccheggiò il sud.ripianando il proprio bilancio con quello più prospero del defunto regno delle 2 sicilie!è da allora,che la sacra unità nazionale gronda del sangue dei meridionali.dalla"campagna per la repressione del brigantaggio"che durò oltre 10 anni,e fra cause dirette ed indirette, causò quasi un milione di morti,alla grande guerra,combattuta per liberare gli"irredenti"del nord,e che vide in prima linea i contadini del sud!anche questo,deve ancora essere pagato!

killkoms

Dom, 26/08/2012 - 20:03

@mila,se i"servi della gleba"la finissero di comprare audi,mercedes,bmw e"auto del popolo"(tedesco),forse i vassalli del nord diventerebbero meno arroganti!anche perchè,se sua altezza"die grosse ku.len",reggente dei vassalli del nord,si permetterà di dire un'altra volta che"gli USA debbono ridurre il loro debito pubblico",i feudatari d'oltreoceano potrebbero anche incavolarsi e rifare un'altra"operazione overlord"!

vacabundo

Dom, 26/08/2012 - 20:42

HA PERFETTAMENTE RAGIONE,ASSURDO, NOI ITALIANI, SPAGNOLI, GRECI STIAMO MALE E SECONDO DRAGHI, DOVREMMO FINANZIARCI NOI STESSI?CON QUALI SOLDI?DRAGHI NON FARE IL BELLO CON I SOLDI DEGLI ALTRI.MI AUGURO CHE LA GERMANIA NON PERMETTA QUESTO,SE NO PAGHEREMMO COSì TANTO QUELLO CHE FINANZIEREMMO A DEI DELINQUENTI POLITICI,SI PARLA DI STATO,MA QUALE STATO?CHI HA PERMESSO QUESTO?I POLITICI, E LORO DEVONO PAGARE E NON NOI CITTADINI POVERETTI E LAVORATORI ANCORA PER POCO,CONTINUANDO COSì,ANDREMMO A SBATTERE COSì TANTO CHE CI CONVEREBBE FARE GLI EXTRACONUNITARI IN GERMANIA E FORSE STAREMMO MEGLIO COSì COME STANNO BENISSIMO CHI DA ANNI SI TROVA Lì A LAVORARE.L'EUROPA DELL'EURO E' FINITA FA ANNI.NON SIAMO COCCIUTI,RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE E LAVORIAMO DI PIù,MEGLIO E SOPRATUTTO CON POLITICI SERI ED ONESTI,QUESTI, ATTUALMENTE,DEVONO ANDARE TUTTI AL DIAVOLO.ALL'ITALIA SERVE GIOVANIIIIIIIIII SERIIIIIIIIIIIIIIIIII ED ONESTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII.

Ritratto di drazen

drazen

Dom, 26/08/2012 - 21:21

Basta! Non se ne può più di questi figuri! Ci sono già stati tanti altri intransigenti tedeschi: Adolf Hitler, ma anche Cecco Beppe! Dovremmo trasmettere in TV, a ciclo continuo, i filmati delle carneficine durante la Grande Guerra; centinaia di migliaia di morti per soddisfare l'ambizione di dominio dei tedeschi, sempre loro! E poi quelle durante la Seconda Guerra Mondiale e nei campi di concentamento, per soddisfare la pazzia di un uomo nel quale i tedeschi hanno creduto senza eccezioni. Adesso hanno come feticci la Merkel (cresciuta comunista!) e la Bundesbank. Sono sempre stati e sono odiosi, ingrati di quanto è stato fatto per tirarli fuori dalla miseria in cui erano finiti per la loro smania di dominio. Trasmettere a ciclo continuo Il Grande Dittatore di C. Chaplin, a suo tempo profetico e ancora attuale, basta solo cambiare i perseguitati ebrei con i perseguitati europei. Basta! Non se ne può più!

mila

Lun, 27/08/2012 - 02:10

@ zanandrea -Se e' l'unico mezzo per impedire che l'Europa diventi un colosso a rigida guida teutonica, ben venga la ribellione armata, anche finanziata da Russia o Cina (Degli USA mi fido ancora meno; mi sembrano troppo occupati a finanziare rivolte arabe).

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Lun, 27/08/2012 - 07:39

@ ZANNA vedo che Lei è abbastanza convinto di una tesi alquanto strampalata:l'Europa unita diventerebbe la prima potenza mondiale.Cosa somma?Grecia, Italia, Spagna, etc etc.Lei ha idea di chi governa le sorti dell'economia mondiale? Se si, rifletta prima di parlare.E si ostini pure a sostenere l'euro.Ne riparleremo tra qualche tempo, quando, obtorto collo saremo tutti costretti a tornare alle vecchie divise.Ma avremo solo allungato l'agonia dell'euro e i conseguenti danni che ci ha arrecato. Saluti. DALTON RUSSELL

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 27/08/2012 - 07:59

Con questi toni nazionalisti dicono chiaro etondo cosa vogliono.Non vogliono che gli altri stati si salvino , per cosi rimanere magari economicamente loro vassalli.E Weidmann e un degno nipote di Adolf.

Resistenza Liberale

Lun, 27/08/2012 - 12:38

E'fuor di dubbio che finanziare il debito italiano da parte della BCE è come la droga per il tossicodipendente che continuerà a drogarsi fino a morire. Come per il drogato, per salvare l'Italia e così tutti i paesi eurodeboli,è necessario guarire la malattia che l'affligge rendendo efficiente il sistema economico eliminando sprechi,spese improduttive ed effettuando le privatizzazioni e le liberalizzazioni(pivilegi e diritti ingiustamente acquisiti sono le spese più odiose).

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Lun, 27/08/2012 - 15:18

killcoms ,perche voi la avete lasciata fare? non vi siete opposti?Se non sai rispondere taci. Oracolo perche' il Nord e' fesso o perlomeno sono certi politici che hanno interessi a tener il Sud arretrato e i nordisti pagano.I soldi delle opere incompiute al Sud dove sono andati a finire?Scandalo non dire cazzate ma quanti anni hai dimmi.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mar, 28/08/2012 - 10:26

grisostomo peccato che loro 67 anni fa loro si siano fidati di voi.I traditori siete voi.Io per esempio ridare la Sicilia alla Lybia gliela hanno rubata gli italiani.Sarebbe un grande risparmio per l'Italia altro che cassa direi caxxo del mezzogiorno.Poi dici bene lontano dai crucchi quindi voi italiani sopratutto siciliani via dalla Germania andate a lavorare al vostro pese qui non servite,li' ci sono i vostri governanti che sanno maneggiarvi bene, qui in Germania si sta male e c'e fame nera.