Calzature, Micam riparte con 652 espositori

Edizione in presenza dal 19 al 21 settembre in Fiera Milano fra brand, collezioni e novità per il salone della calzatura più importante al mondo che spinge il made in Italy. In contemporanea con Mipel, The One Milano Special Featured by Micam e Homi Fashion & Jewels Exhibition

Calzature, Micam riparte con 652 espositori

MICAM Milano, il salone internazionale della calzatura promosso da Assocalzaturifici, leader mondiale del settore si riprende la scena con l’edizione 92 aperto in presenza a visitatori professionali e buyer dal 19 al 21 settembre nei padiglioni di Fiera Milano (Rho) con una rinnovata carica glamour per l’accessorio moda più amato e una raffica di novità che segnano questa ripartenza della manifestazione che si preannuncia come l’evento più completo per offrire agli operatori l’anteprima delle collezioni primavera-estate 2022 e sui trend del settore.

Sono 652 gli espositori, con importanti ritorni in tutti i settori merceologi come Liu Jo, Primigi, Igi & co e Valleverde. Tra le new entry aziende di rilievo come Furla e Luciano Padovan. Gli espositori saranno dislocati in 5 padiglioni che ospiteranno le aree: nei padiglioni 1 e 3 l’area Premium, nei padiglioni 2 e 4 l’area Contemporary, mentre il padiglione 6 darà spazio all’area Every Day. Nuova formula che concentra in tre giorni il salone e tante iniziative pensate per creare stimoli per gli operatori italiani e internazionali per un business che si svolge in sicurezza, grazie ai protocolli sanitari attivati con Fiera Milano, guardando e toccando con mano le nuove collezioni progettate dai migliori brand del mondo.

Non solo, Anche in questa edizione, MICAM sarà in contemporanea con MIPEL e THE ONE MILANO SPECIAL FEATURED BY MICAM che si tengono nel Padiglione 1, a stretto contatto con MICAM mentre HOMI FASHION & JEWELS EXHIBITION si tiene dal 18 al 20 settembre. Ancora una volta, la contemporaneità tra le manifestazioni è occasione di rilancio in sinergia per i comparti dell’accessorio e in questa occasione i quattro eventi hanno lanciato e condiviso l’hashtag #restarttogether.

“Auspico che questa edizione di Micam segni la ripartenza per un comparto produttivo determinante per il made in Italy e l’economia del nostro Paese – dice Siro Badon presidente di Assocalzaturifici e MICAM Milano -. Gli ultimi dati economici che tracciano il perimetro del nostro settore ci confortano, evidenziando come anche nel secondo trimestre dell’anno emerga un forte recupero nei principali indicatori dopo l’impennata già registrata a marzo. È un rimbalzo legato soprattutto al confronto con mesi in cui le restrizioni imposte ovunque durante il lockdown hanno fortemente condizionato le attività delle imprese, la distribuzione e i consumi”.

Le elaborazioni del Centro Studi di Confindustria Moda per Assocalzaturifici mostrano inffatti incrementi a doppia cifra sull’anno precedente: aumentano sia la produzione industriale (+13%) che il fatturato (+22%), oltre alla spesa delle famiglie italiane (+17,4%) e cresce l’export (+31,5% in valore) con Il saldo commerciale dei primi 5 mesi riin attivo per 1,91 miliardi di euro (+51,4%)anche se ancora lievemente inferiore (-2,6%) rispetto a due anni addietro.

“Allo stato attuale, però, resta ancora elevato il gap con i livelli pre-Covid. Se le vendite estero, grazie al terzismo per le multinazionali del lusso, limitano il divario col 2019 attorno al -5% in valore (ma con un -11% in quantità nei primi 5 mesi), domanda interna, produzione industriale e fatturato restano ancora decisamente al di sotto dei livelli, già peraltro poco soddisfacenti, di due anni addietro con divari superiori al -15%: per 7 aziende calzaturiere su 10 il fatturato è ancora nettamente inferiore”, aggiunge Siro Badon.

Sul mercato nazionale, dopo un avvio 2021 ancora negativo, arrivano segnali confortanti per maggio e giugno, con gli acquisti delle famiglie che hanno sfiorato i livelli 2019. Le campagne di vaccinazione, in Italia e all’estero in Italia e all’estero hanno favorito la ripartenza delle economie e il ritorno a ritmi di crescita nella produzione e negli scambi mondiali”. Trend disomogenei invece tra i mercati esteri: recuperano i flussi verso la Svizzera (hub di distribuzione internazionale delle calzature lusso), corre la Cina grazie alle griffe, rimbalzi notevoli si registrano per Francia e Usa, male invece Giappone e Regno Unito. Ma per un ritorno ai livelli pre-pandemici ci vorrà tempo, conclude Badon recuperando anche “quanto lasciato sul terreno occupazionale: 2000 addetti in meno da inizio anno, 3000 includendo anche la componentistica. Ma sono fiducioso perché il rilancio e la ripresa del nostro Paese passano anche per il comparto calzaturiero”.

TUTTE LE NOVITÀ IN FIERA

Assocalzaturifici in collaborazione con Italian Artisan presenta Italian Artisan HEROES, una nuova area dedicata alla tradizione manifatturiera italiana ospitata nel padiglione 3 (stand P01-Q12). “Con il progetto Italian Artisan Heroes, the ultimate manufacturing tradition, mettiamo al centro gli artigiani italiani, le persone, la loro storia e il loro saper fare – afferma Olga Iarussi, ad di Italian Artisan -. Dopo la pandemia, vogliamo ripartire dall’essenza dell’artigianato made-in-italy, dal saper fare senza tempo. Questo spazio fisico che riflette il nostro marketplace B2B online, è Il luogo di incontro tra brand e retailer internazionali con le eccellenze manifatturiere italiane”.

EMERGING DESIGNERS

MICAM si afferma anche in questa edizione come talent scout e punta sulle nuove generazioni di talenti creando occasioni di visibilità alle nuove espressioni di stile.
Così, tra le iniziative speciali torna, con la quarta edizione, il progetto EMERGING DESIGNERS, l’area evento dedicata a 12 designer internazionali di calzature, selezionati attraverso un concept originale ai quali è dedicato uno spazio all’interno del padiglione 1. Sono stati selezionati da una giuria di esperti e nel mondo dello shoes fashion rappresentano una dimensione innovativa, sostenibile e glocale con una visione nuova della moda, consapevole ed attenta all’ambiente, all’uomo e ai materiali e le lavorazioni. Accanto alla vera pelle, spesso proveniente da filiere ecosostenibili, in Italia e all’estero, non mancano interessanti novità, tra cui la pelle di banana, o quella ottenuta dall’ananas o dal cactus. Alcune lavorazioni, come quella della corteccia del banano, risalgono a epoche precedenti l’invenzione della tessitura da parte dell’uomo e oggi sono patrimonio immateriale dell’Unesco. Per molti la scelta è ricaduta sull’economia circolare, con cotone e poliestere riciclati da vestiti usati e bottiglie di plastica, pneumatici riciclati per la suola, legno riciclato per il tallone.

START-UP BOOT CAMP

È uno scouting continuo per l’individuazione delle migliori start up innovative nel settore calzaturiero da incubare e accelerare che avranno ampio risalto all’interno dei seminari di MICAM X con la partecipazione straordinaria del fondatore Patrick De Zeeuw.

MICAM TALES SQUARE

Spazio alla fantasia, alla creatività e al mondo incantato delle fiabe cnell’area del Padiglione 3 dedicata alla nuova campagna pubblicitaria di MICAM che porta con sé il mood glam edella protagonista che cerca invano di costruire l’abito e le scarpe dei suoi sogni per il gran ballo che si concluderà con un #glamorous disaster. I visitatori potranno divertirsi e condividere sui social i vari “look disastrosi”.

MICAM X

Torna l’innovation hub allestito nel padiglione 1. Grazie ad un fitto calendario di seminari, MICAM X presenterà agli operatori del settore le nuove tendenze di mercato, di stile, ricerca dei materiali, futuro del retail e sostenibilità con un panel di relatori di altissimo livello. Non mancheranno le presentazioni delle tendenze a cura di WGSN, e verrà lanciato il nuovo progetto sulla sostenibilità creato da Assocalzaturifici concesso alle aziende capaci di raggiungere e ottenere uno standard qualitativo secondo precisi requisiti.

BUYER INTERNAZIONALI

La scelta strategica di MICAM è quella di supportare l’internazionalizzazione delle imprese del settore. Posizionamento riconosciuto a livello globale che si consolida ton l’adozione di strumenti e canali in linea con l’evoluzione dei mercati: priorità, quindi, ai buyer. Attraverso la costituzione di partnership importanti con i player della distribuzione più qualificata, in Italia e all’estero - Federazione Moda Italia, Best Showroom-Assomoda, Histores, Niam, National Shoes Retailers of America, Russian Buyer Union - un piano di promozione e incoming in collaborazione con ICE Agenzia nell’ambito dell’accordo quadro con il ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale porterà a Milano una delegazione di Influencer cinesi e russi, oltre a 120 operatori tra buyer e giornalisti internazionali. Partirà anche un progetto pilota con una campagna di influencer marketing a sostegno dei migliori store della calzatura Made in Italy in Russia.

BUSINESS ANCHE SUL WEB

Ancora una volta il digitale potenzierà la fiera fisica e ne allargherà i confini. La piattaforma MICAM Milano Digital Show affiancherà l’evento fisico dal 15 settembre al 15 novembre, permettendo ai brand di programmare le visite e gli incontri con i buyer prima, durante e dopo la manifestazione.

VISITA IN SICUREZZA

A MICAM 92 la sicurezza è al primo posto. Così per essere presenti in manifestazione è necessario che tutti gli operatori - espositori, visitatori, allestitori, fornitori - siano in possesso del Green Pass in corso di validità, ovvero almeno uno dei seguenti requisiti: certificato di avvenuta vaccinazione completa con vaccini autorizzati dall’EMA in lingua italiana o inglese (oppure solo con la prima dose dalla quale siano trascorsi almeno 14 giorni – valido solo per i paesi Italia e Ue, con codice QR); referto di un test molecolare o antigenico rapido con esito negativo entro le 48 ore precedenti (in lingua italiana o inglese); certificato di guarigione da Covid-19 entro i 6 mesi precedenti (in lingua italiana o inglese).

Per i visitatori, presso gli accessi del quartiere fieristico, disponibili hub tamponi dove sarà possibile effettuare test antigenici rapidi a pagamento. Sono inoltre garantite tutte le disposizioni anti-contagio previste dalle istituzioni sanitarie: obbligo di indossare sempre la mascherina al chiuso e rispetto dei distanziamenti previsti. All’ingresso verrà effettuato il controllo della temperatura e durante i giorni di mostra saranno attivi sistemi di controllo dei flussi dei visitatori nei padiglioni.

Tutte le informazioni su https://themicam.com/

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti