La batosta sulla benzina: quanto costa il pieno

La rilevazione è del ministero della Transizione ecologica che ha messo a confronto i prezzi del 2020 e del 2021

La batosta sulla benzina: quanto costa il pieno

Nonostante negli ultimi giorni i prezzi di benzina e diesel siano leggermente diminuiti, si può affermare con certezza che nel 2021, rispetto all’anno precedente, c’è stato un netto incremento dei costi dei carburanti. In particolare, la benzina è aumentata del 52,35%, un dato allarmante per i consumatori italiani, costretti a fare i conti con una crisi economica sempre più preoccupante. La rilevazione è del ministero della Transizione ecologica che ha messo a confronto i prezzi degli ultimi due anni. Se abbiamo già detto della benzina, non è andata meglio per gli altri combustibili. Il diesel è aumentato del 48,96%, il gpl auto del 44,77%, il gasolio da riscaldamento del 39,26%, il fluido del 30,94% e il denso Btz del 48,45%.

Per ciò che riguarda la rete carburanti, come riporta il quotidiano Il Tempo, al netto delle tasse, la benzina è calata di 2,35 euro per mille litri (-0,34%) e il diesel di 1,49 euro per mille litri (-0,22%). Il gpl, invece, è aumentato di 0,17 euro per mille litri (+0,03%). Per quanto concerne l’extra rete, il prezzo del gasolio da riscaldamento è cresciuto di 4,80 euro per mille litri (+0,65%), il fluido di 0,24 euro per mille chili (+0,04%) e il denso Btz di 2,56 euro per mille chili (+0,46%).

Buone notizie per il self service. La benzina è scesa poco sopra 1,71 euro a litro, il gasolio auto poco sopra 1,58 euro e il gpl in modalità servito si è avvicinato a 0,82 euro. In questa modalità, al netto di accisa e Iva, sulla rete la benzina è scesa di 18,99 euro per mille litri (-2,71%), il diesel di 18,17 euro (-2,59%) e il gpl auto di 13,09 euro (-2,44%). Alla pompa, imposte incluse, la benzina è calata di 23,17 euro per mille litri (-1,33%), il diesel di 22,17 euro (-1,38%) e il gpl auto di 15,96 euro (-1,91%).

Commenti