Prelievi, depositi e operazioni. Che cosa fare banca per banca

L’Abi e i sindacati di settore raccomandano la clientela a evitare di andare nelle filiali. L'annuncio: "Utilizzate i canali online o quelli telefonici"

La paura da coronavirus colpisce anche le banche. Arriva un nuovo appello dell’Abi alla clientela. L'invito è non recarsi nelle filiali bancarie, ma a usare il più possibile i canali alternativi: online e telefonici. L’accordo tra sindacati e l’Abi è arrivato nella tarda serata di ieri. In soldoni, le filiali saranno aperte solo per l’assistenza dei clienti e per urgenze indifferibili. Mentre tutte le attività commerciali di vendita dei prodotti si potranno svolgere solo via Internet.

"Nel pieno rispetto delle disposizioni contro il rischio contagio - afferma l’associazione bancaria italiana contattata dall’Agi - Abi rinnova da giorni l’invito alla clientela bancaria a utilizzare i canali tecnologici e telefonici per le operazioni. E, inoltre, a preferire eventualmente l’utilizzo dei bancomat, evitando con ogni sforzo di recarsi in filiale". Si riconosce la necessità dei comportamenti prudenziali per contribuire al massimo alla lotta al coronavirus. Ogni banca ha assunto e sta assumendo ulteriori iniziative di prevenzione e di contrasto al Covid-19. I grandi gruppi bancari, intanto, si organizzano. Mettono in campo misure di sicurezza contro il virus cinese: riduzione degli orari di lavoro e dei giorni aperti al pubblico. Interventi straordinari di turnazione del personale. Molte banche applicano, inoltre, il lavoro da remoto. Ecco nel dettaglio le principali misure prese.

Intesa Sanpaolo

Continuità operativa assicurata dalla filiale online e dalla piattaforma di home banking. Sportelli automatici e bancomat per la consueta operatività e accessibilità. Interventi straordinari di turnazione del personale: le filiali più grandi sempre aperte al pubblico, dal lunedì al venerdì, con orario 9-13 (26% degli sportelli, circa 900 complessivamente). Le filiali di media dimensione aperte al pubblico dalle 9-13, a giorni alterni (lunedì, mercoledì e venerdì). Chiuse solo le filiali più piccole e situate in comuni in cui vi siano altre agenzie di maggiore dimensione aperte, in tutto 122. Le filiali con meno di 3 persone localizzate in comuni in cui al contrario non sono presenti altre filiali resteranno aperte al pubblico a giorni alterni con orario 9-13.

Unicredit

Un numero limitato di agenzie aperto in ciascuna regione del Paese (si può consultare l’elenco delle agenzie aperto sul sito www.unicredit.it). Attivazione per rendere tutti i servizi bancari accessibili da remoto. Applicazione flexible working su larga scala.

Monte dei Paschi di Siena

Filiali operative nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, a esclusione delle filiali Paschi Valore Top che manterranno l’apertura giornaliera, con apertura al pubblico limitata alla mattina. Pomeriggio, nessun accesso consentito alla clientela. Applicazione del lavoro agile. Turnazione tra due team di colleghi (ciascuno del 50% del personale).

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di veronika

veronika

Mar, 17/03/2020 - 15:39

E LA DISINFEZIONE DEI BANCOMAT ? ALCUNI IN LOCULI PRIVI DI ARIA ?

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 17/03/2020 - 15:47

Sono anni che pago via internet bolli, bollette e bollettini, bonifici e accrediti vari. Sono anni che non vado, se non per estrema necessità (forse una volta all'anno), né in posta né in banca, né all'ACI. Sono anni che non ho un disguido che è uno, che pago tutto regolarissimamente, che risparmio tempo e arrabbiature. Potrei evitare persino di andare negli uffici della assicurazione a pagare per i tre veicoli che posseggo, ma lì ci sono impiegate troppo brave e troppo belle...e, lo capite da soli, anche l'occhio vuole la sua parte! Dimenticavo: sono un privato cittadino, già abbastanza su con gli anni.

SPADINO

Mar, 17/03/2020 - 16:41

ANCH'IO SONO UN PRIVATO CITTADINO CHE PAGA TUTTO ON LINE E CON CARTE DI CREDITO DA MOLTISSIMI ANNI. VADO SOLO IN POSTA PER PAGARE LE BOLLETTE DELLA LUCE PERCHE' IN BANCA MOLTI ANNI FA ME NE HANNO PAGATA UNA CON UNA CIFRA STRATOSFERICA CHE HO IMPIEGATO ANNI PER FARMI RIMBORSARE. PERO' NEL MIO CASO IN POSTA CI SONO IMPEGATE BRUTTE EMALEDUCATE....ALMENO DOVE VADO IO.

jaguar

Mar, 17/03/2020 - 17:45

Mi raccomando non andate in banca, specialmente quando le borse crollano. Nessuna banca lo ha detto ma è sottinteso.