Deutsche Bank, intesa su 222 esuberi

Uscite coperte dal Fondo di solidarietà. Una tantum di 2.550 euro

Accordo raggiunto tra sindacati e Deutsche Bank sul Piano Strategy 2020 per la ristrutturazione della banca, il cui punto focale in Italia, dove l'istituto è guidato da Flavio Valeri, sono 222 esuberi. In base all'intesa, è stato definito un percorso di uscita su base volontaria da qui al 2025 attraverso l'utilizzo del fondo di solidarietà di settore, per un massimo di 5 anni e l'erogazione di incentivi che prevedono un'una tantum di 2.550 euro, cui si sommano da 4 a 6 mensilità aggiuntive a seconda del periodo di permanenza nel fondo. Infine, è previsto un ulteriore indennizzo pari al 5,5% della retribuzione annua lorda per ciascun mese intercorrente tra l'accesso al fondo e il pensionamento, nonché la maturazione del premio di anzianità.

I sindacati hanno inoltre chiesto e ottenuto il mantenimento in banca delle attività inerenti il credito al consumo che il piano prevedeva di esternalizzare su una rete di agenzie esterne. Un'ipotesi che, secondo i sindacati, «avrebbe messo a repentaglio la stessa permanenza nell'area contrattuale del credito». Sono state concordate infine 7 assunzioni, a fronte dei maggiori carichi di lavoro determinati dalla nuova gestione interna del credito al consumo. Soddisfatta la Fabi, che attraverso il suo coordinatore in Deutsche Bank, Sergio Caldara, sottolinea come «dal punto di vista della mobilità le Organizzazioni sindacali hanno ottenuto un ottimo risultato, considerando il piano di chiusure e cessioni con cui l'azienda si era presentata. Sara Barberotti, della segreteria nazionale di First Cisl, mette infine l'accento sul fatto che «ancora una volta una riorganizzazione ha bruciato posti di lavoro, ma l'aspetto positivo è che un efficace sistema di relazioni sindacali ha sventato il rischio delle esternalizzazioni ipotizzate dall'azienda e ha consentito la gestione degli esuberi con un sistema volontario di incentivazioni che trova pochi altri riscontri negli ultimi anni in Italia».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 07/05/2018 - 16:26

DETROIT (Reuters) - Le vendite di auto negli Stati Uniti sul Buzz - l'industria ha beneficiato di recente dal fine settimana "Labor Day" e si muove per le vendite annuali più forti per molti anni. Persino il gigante automobilistico tedesco Volkswagen ( quota VW ) ha registrato un aumento delle vendite a settembre, nonostante l'affare diesel, anche se sottilissimo. Il gruppo ha annunciato giovedì un fatturato di 26 141 vetture del marchio principale dell'auto per settembre. Quello era lo 0,6 percento in più rispetto a un anno prima.