Dirigenti pubblici: 800 milioni di euro di premi. "Ma ora cambia tutto"

Uno studio di Banca d'Italia rivela: "Premi a pioggia ai dirigenti ministeriali". E gli obiettivi li fissano da soli. Il governo: "Ora cambia tutto"

Nell'ultimo anno nelle tasche dei dirigenti pubblici sono finiti quasi 800 milioni di euro come premio per i risultati raggiunti. Peccato però che gli obiettivi se li pongano da soli e che spesso siano sin troppo facili da raggiungere: per i dirigenti dei Beni Culturali il bonus arriva una volta raggiunto un certo "numero di riunioni"; quelli del Vigili urbani vedono ingrossarsi il portafoglio dimostrando di aver vigilato "su specifici itinerari e incroci stradali"; i dirigenti del Lavoro hanno un premio se scrivono molte "relazioni". Obiettivi generici che non hanno nulla a che vedere con il miglioramento dei servizi ai cittadini.

Tutto ciò lo si può leggere nei "piani di performance" che le pubbliche amministrazioni sono obbligate a mettere on line. La colpa, come sempre, è dei governi che hanno provato inutilmente a legare i premi ai risultati visibili ai cittadini. Adesso ci provano il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione Marianna Madia.

"La prima cosa che faremo - spiegano dal ministero della Pubblica amministrazione - è indicare obiettivi chiari ai dirigenti. Si chiameranno "obiettivi della Repubblica". Chi fallisce vedrà cancellato il suo premio. E in casi gravi rischierà il posto".

Recentemente sono stati riformati gli strumenti che serviranno a valutare l'operato dei nostri burocrati. La valutazione spetterà a una commissione del Dipartimento della funzione pubblica e a una serie di giurie, gli Oiv cioè "organismi indipendenti di valutazione", già inventati da Brunetta ma i cui componenti ora faranno parte di un albo nazionale. Il rischio però è che queste giurie siano tutto fuorché indipendenti: il regolamento infatti lascia alle singole amministrazioni il potere di nomina. Ciò significa che i controllati scelgono i controllori.

Il vecchio sistema fino ad ora ha distribuito soldi a pioggia. Secondo un rapporto di Banca d'Italia i premi costituiscono una grande quota della retribuzione dei dirigenti: nel reddito dei ministeriali di prima fascia i bonus sono il 9 per cento; in quelli dei dirigenti di seconda fascia sono il 12 per cento; nei redditi dei dirigenti delle Regioni a statuto ordinario i bonus rappresenano il 16 per cento del totale.

In genere il bonus è lo stesso per tutti i dirigenti di una determinata amministrazione. Quelli del Tesoro di seconda fascia hanno 6.900 euro. Alla salute 11 su 12 prendono 32 mila euro. L'unica differenziazione è l'età: prende di più chi è più anziano. Secondo Bankitalia "ogni anno in più determina un aumento del premio del 6 per cento.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

angeli1951

Lun, 18/07/2016 - 15:05

Qualcuno ci crede che i politicanti priveranno i loro lacchè di regalie e privilegi? Le ripetute cialtronate sugli emolumenti a fattorini, barbieri, manovalanza sctrascivanti nei palazzi del parlamento, docent.

angeli1951

Lun, 18/07/2016 - 15:07

Qualcuno ci crede davvero che i politicanti priveranno i loro lacchè di regalie e privilegi? Le ripetute cialtronate sugli emolumenti a fattorini, barbieri, manovalanza sctrascivanti nei palazzi del parlamento, docent.

km_fbi

Lun, 18/07/2016 - 15:22

La retribuzione di un dirigente - a ciascun livello di responsabilità - deve essere commisurata a quel livello e agli obiettivi, il cui raggiungimento dipende dall'espletamento delle azioni che a quel livello di responsabilità competono. I premi o bonus che dir si voglia sono una cosa insensata: quello che deve essere meritato fino in fondo è quel livello di retribuzione, non altro. Se gli obiettivi attesi non vengono raggiunti, quei dirigenti non meritano di mantenere la posizione, e possono tranquillamente "accomodarsi" altrove. E' solo così che deve funzionare una macchina: deve produrre i risultati attesi con i mezzi a disposizione.

unosolo

Lun, 18/07/2016 - 16:07

allora cominciamo : servono le sentenze della Corte Costituzionale ? i pensionati sono stati derubati e il governo non aveva soldi , ebbene ora sappiamo che era falso e i soldi sono finiti in questo giro di corruzione istituzionale , la Corte non fa rispettare la sua sentenza ? a che serve allora mantenere un sistema inutile ? qualcuno intervenga a far rispettare le sentenze o a cancellare un organo che non serve .,

mariod6

Lun, 18/07/2016 - 16:14

Questa gente ha un solo nome : LADRI Sfaticati, parassiti, incapaci, approfittatori, assenteisti, infingardi, ipocriti, auto-referenziati, ecc. ecc. chiamateli come volete ma comunque LADRI LADRI LADRI !!!

mariod6

Lun, 18/07/2016 - 16:17

ORA CAMBIA TUTTO !!! Che cosa volete che cambi; tanto chi deve controllare è lo stesso che gli ha concesso tutto questo ben di Dio. E comunque il sindacato farà tante di quelle barriere che nemmeno con un cannone si riuscirà a scalfirle e a ridurre questi sprechi.

titina

Lun, 18/07/2016 - 16:22

Il premio andrebbe bene, ai migliori, se i dirigenti guadagnassero 1000 euro al mese. Ma loro sono già ben pagati per fare quel lavoro

venco

Lun, 18/07/2016 - 17:17

Gia il ricco stipendio di questi è un DIRITTO, poi se fanno qualcosa si paga in più, e bene. Così vanno le nostre tasse in fumo.

nino90

Lun, 18/07/2016 - 17:45

IPOCRISistItaglia: al solito vedrai che aumenteranno i netti

unosolo

Lun, 18/07/2016 - 17:46

i sindacati sono pronti a difendere il diritto dei ricchi mai dei pensionati derubati dal governo amico , questo spreco il governo lo conosceva bene e lo ha protetto.

greg

Lun, 18/07/2016 - 17:48

Non so se devo mettermi a ridere o a piangere: i fannulloni di Stato che vengono premiati, con soldi nostri, per fare ancora di più i fannulloni e per imbrogliare lo Stato, che già è imbroglione di suo............

Ritratto di bet_65

bet_65

Lun, 18/07/2016 - 18:07

Hanno già degli stipendi assurdi, la maggior parte guarda solo l'orologio per poter uscire, sono troppo tutelati e non rischiano il posto di lavoro comme nel privato personalmente al posto dei soldini gli regalerei 4 calci nelle palle e zitti

TitoPullo

Lun, 18/07/2016 - 18:44

Basta pagliacci sanguisughe !! A casa a lavorare sul serio !!

ziobeppe1951

Lun, 18/07/2016 - 19:48

Quando si avvicinano le elezioni(?), il dittatore sa come oliare le ruote del carro dei consensi

mareblu

Lun, 18/07/2016 - 22:56

VOI giornalisti !PERCHE' non fate una campagna stampa a favore degli italiani indigenti. voi sapete che le badanti fanno le disoccupate , lavorano e prendono il sussidio di disoccupazione . ma vi fa comodo ignorare..... Tanto qualche extra sempre si ottiene .

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 19/07/2016 - 01:32

È la vergogna italiana di politici che per non perdere i voti dei dirigenti pubblici li pagano immeritatamente. È PER LA LORO INETTITUDINE SE DA ANNI I DIPENDENTI PUBBLICI FANNO I FURBI CON LE FALSE TIMBRATURE DEI CARTELLINI DI PRESENZA. Stesso sistema in uso in magistratura DOVE UN INCAPACE ARRIVA AI PIÙ ALTI GRADI DIRIGENZIALI SOLO PERCHÉ È INVECCHIATA LA SUA INETTITUDINE. Questa è la palla al piede del nostro paese.