Federlegno: "Bene l'estensione del credito d'imposta anche all'innovazione e al design"

Stefano Bordone: "Riconosciuto come determinante il lavoro di architetti e progettisti che insieme ai nostri artigiani e a tutta la filiera realizzano i prodotti made in Italy che in molti cercano di imitare"

Federlegno: "Bene l'estensione del credito d'imposta anche all'innovazione e al design"

"Con la firma del ministro Patuanelli del decreto attuativo della legge di Bilancio 2020, finalmente il credito di imposta ricerca e sviluppo viene esteso anche a innovazione e design, ovvero al fulcro e alla ragion d'essere delle nostre produzioni, della nostra filiera e del nostro saper realizzare prodotti che hanno proprio nel design e nell'innovazione un unicum inimitabile, che come tale è un valore aggiunto da difendere e valorizzare" . Stefano Bordone, vicepresidente di FederlegnoArredo, è soddisfatto di questo atteso "via libera" ad allargare il perimetro dei beneficiari.

"Il lavoro della Federazione con le istituzioni è stato fondamentale affinché fra i settori innovativi fossero riconosciuti anche quelli del nostro Made in Italy, a partire proprio dal legno-arredo che rappresentiamo nel mondo. Un grande risultato di cui andiamo orgogliosi e che riconosce come determinante il lavoro di designer, architetti e progettisti che insieme ai nostri artigiani e a tutta la filiera realizzano i prodotti che in molti cercano di imitare.

Il tema della difesa dell'opera dell'ingegno, della creatività che è la cifra che consnente al made in Italy di conquistare i mercati internazionali è fondamentale, sottolinea ancora Bordone: "Significa tutelare anche le nostre produzioni e i nostri posti di lavoro: oggi più che mai è un'ottima notizia e confidiamo possa essere d'aiuto per tutta la catena del valore: alle piccole e medio-piccole per crescere e restare competitive e alle grandi per consolidarsi sempre di più anche nel panorama internazionale".

Commenti