Micam: buyer di qualità, flessione per cinesi e britannici ma più arrivi di operatori da Russia e Csi

Chiude con una lieve flessione di visitarori (-5%) il salone internazionale della calzatura di Milano. Siro Badon: "Confermata la contrazione preventivata a causa dell'emergenza sanitaria in Cina. A influire anche il maltempo in Gran Bretagna e il rallentamento dell'economia tedesca". Grande interesse per Micam Americas

Chiude con un leggero calo degli operatori pari al 5% l’edizione di febbraio di Micam, il Salone Internazionale della calzatura promosso da Assocalzaturifici. La manifestazione ha registrato una leggera flessione (-5%) degli operatori che nei quattro giorni della rassegna hanno affollato il polo espositovo di Fiera Milano per la presentazione delle nuove collezioni dei 1205 espositori, 628 italiani e 577 stranieri.

“È stata confermata la contrazione preventivata. Abbiamo registrato un calo dei buyer asiatici e un rallentamento dei visitatori inglesi dovuto alle difficoltà nei trasporti, generate per i primi dall’emergenza sanitaria e per i secondi dal maltempo che ha imperversato sulla Gran Bretagna. A questi si aggiunge inoltre una leggera flessione degli operatori tedeschi che stanno vivendo una non facile congiuntura economica - commenta Siro Badon, presidente di Micam e di Assocalzaturifici -. Uno scenario cui fa da contraltare una crescita dei buyer dalla Russia e dall’area Csi grazie anche al supporto dell’Ice. Abbiamo avuto buyer e visitatori di alto profilo interessati realmente alle novità e innovazioni di prodotto presentate dai nostri espositori, in particolare le collezioni italiane di grande qualità”.

“la moda italiana fa empre piùsistema, - sottolinea Tommaso Cancellara ad di Micam -, e la concomitanza con una pluralità di rassegne fieristiche che anticipano la Fashion Week aumenta le opportunità professionali dei buyer internazionali che possono in soli dieci giorni scoprire a Milano il meglio del made in Italy”.

Il comparto calzaturiero ha segnato nel 2019 una crescita dell’export (+6,8% a valore pari alla cifra record di oltre dieci miliardi di euro) e del saldo commerciale (+10,3%) a fronte di una frenata della produzione (-3,1% in quantità).

Tra le novità che hanno riscosso il maggior gradimento e interesse del pubblico Micam X, l’area che ha raccolto le proposte più innovative e tecnologiche: seminari e sfilate hanno presentato agli operatori le nuove tendenze di mercato, tra correnti di stile, ricerca dei materiali, sostenibilità e futuro del retail. La sostenibilità sociale e ambientale è stato uno dei temi chiave al centro di altre iniziative di successo come The Garden, spazio dedicato al rispetto per l’ambiente e iKids Square che ha ospitato le Wonder Doll, bamboline limited edition realizzate dall’artista Allison Hoffmann, sold out nei primi giorni di rassegna, il cui ricavato della vendita è stato devoluto per la raccolta fondi per i progetti di istruzione elementare in Malawi realizzati da Humana People to People Italia.

Di grande richiamo la calzatura sportiva e outdoor con Players District, l’area dinamica caratterizzata da performance di professionisti dell’intrattenimento freestyle. Ha suscitato inoltre attenzione lo spazio degli Emerging Designers che ha presentato le creazioni di 12 giovani nuovi stilisti selezionati da una giuria di esperti e Italian Footwear Start Up a cura di Ice e ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, realizzato in collaborazione con Suitex International che ha selezionato otto aziende.

Grande interesse da parte degli operatori degli operatori e della stampa internazionale ha suscitato anche l’annuncio della prima edizione di Micam Americas in programma dal 17 al 19 agosto 2020 al Convention Center di Las Vegas. La rassegna, creata in partnership con Informa Markets, prende il posto di FN Platform come il più grande evento dedicato alla calzatura negli Usa e sarà un nuovo punto di incontro per la comunità mondiale del calzaturiero.

Prossima edizione di Micam dal 20 al 23 settembre 2020 in Fiera Milano per presentare le collezioni primavera-estate 2021.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.